Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 21 Giugno |
San Luigi Gonzaga
home iconChiesa
line break icon

Chi ti fa scoprire il paradiso unico che porti dentro

© Public Domain

padre Carlos Padilla - pubblicato il 08/01/15

In me c'è un luogo di cielo in cui Dio abita e dove molte volte non sto perché mi assento cercando nella corrente della vita vestigia di eternità

Affondare nell'alveo, immergerci nella vita nascosta. Bagnarci in quell'acqua profonda e piena di vita. Guardare al di là del visibile. Vedere con l'anima, con il cuore appassionato.
L'apparenza a volte ci inganna. Se ci fermiamo a questa, il mondo può essere grigio, tutto uguale, tutto monotono. Non vogliamo passare oltre rispetto alla vita. Ci soffermiamo con la nostra lente d'ingrandimento, con il nostro sguardo. Osserviamo tutto.
Guardare la vita con la lente d'ingrandimento è fondamentale per non perdere ciò che è importante. Per non giudicare la realtà senza conoscerla bene. La lente d'ingrandimento ci permette di conoscere meglio anche noi stessi. È decisivo.
Sapere chi sono io, quali talenti Dio ha messo nel mio cuore, a cosa servo, perché sto percorrendo questa strada. In questo luogo Dio vuole abitare, nella mia storia, nella mia terra. In quello spazio sacro che conosce anche Lui.
Quello spazio santo in cui molti uomini vanno a conoscerLo. Lì brilla il mio ideale personale, l'angelo nascosto nella roccia, quel sogno che Dio ha disegnato creandomi e che ora dorme, quel canto che compone con le mie povere note un po' stonate, quel tratto tracciato con il suo pennello preciso e nascosto sotto le mie forme indistinte.
Il cammino che in parte già possiedo e a cui in parte anelo, che sogno e intravedo; quel cammino in parte calpestato e in parte ancora desiderato, sconosciuto. Quell'ideale è il nome del mio tempio, del mio cuore, della mia vita sacra, toccata da Dio.
Il nome con il quale risuona tutto il mio essere, le mie fibre più profonde. Lì dove Lo conosco e dove riconosco me stesso. Lì, nel nascondimento nelle mie viscere, tutti e due stiamo creando, costruendo. Egli abita nella parte più sacra della mia vita.
Molte volte, però, non lo cerco, non lo incontro, scompaio dal suo fianco. Lo conosco? Come costruisco la mia vita, la mia casa, i miei sogni? Costruisco su di Lui, con Lui? Chi sono io in realtà?
Vogliamo costruire sulla roccia più profonda della nostra anima. A volte restiamo ancorati alla superficie. E la corrente della vita ci trascina. Nel più profondo del mio essere sono me stesso. Lì tutto ha una risonanza speciale, risuona con forza, tuttovibra.
È quello spazio santo sul quale bisogna costruire. Lì dove la vita acquista un colore più profondo e autentico. Lì dove sono da solo con Dio, senza dovermi difendere da nessuno.
In quel luogo santo incontro la mia verità e la verità di Dio sulla mia vita. La sua accettazione e il suo rispetto. Lì mi sento amato in ciò che sento e decido, in ciò che vivo e sogno, in ciò che amo e progetto. È il luogo in cui Gesù è la roccia sulla quale si fonda la mia vita.
In quel luogo santo abitiamo Dio e io. Lì, guardando attraverso la mia lente d'ingrandimento, vedo molto più di ciò che intuisco. Lì mi vedo e vedo il volto di Gesù. Il suo volto che mi guarda. In me, nel più profondo della mia anima, è nascosto il suo volto, l'impronta di Dio.
In me c'è un luogo di paradiso, di cielo, dove Dio abita e dove molte volte io non sto. Perché mi assento cercando nella corrente della vita vestigia di eternità. Volendo trattenere pigramente i minuti con le mie dita.
È necessario che torni a Lui. Siamo di Dio. Ma a volte si perde la bussola e ci lasciamo trasportare dalla corrente. Nella mia anima, guardando con la lente d'ingrandimento, c'è Dio. Torno lì. Lì riposo e torno a gettare l'ancora.
[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]
Tags:
spirito santo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
3
Gelsomino Del Guercio
San Giuseppe sparisce dai Vangeli. Don Fabio Rosini ci svela il &...
4
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
5
MATKA TERESA Z KALKUTY
Cerith Gardiner
In caso di necessità, l’efficacissima preghiera da 5 secondi di m...
6
MOTHER AND LITTLE DAUGHTER,
Silvia Lucchetti
Lui si suicida dopo aver ucciso le figlie: Giulia torna a vivere ...
7
DON DAVIDE BAZZATO
Gelsomino Del Guercio
Don Davide Banzato: ho desiderato un figlio, ma ho scelto la cast...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni