Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 28 Ottobre |
Santi Simone e Giuda
home iconNews
line break icon

Pino Daniele è morto, un uomo vero dal dolce cuore napoletano

© Roberto Scorta

Aleteia - pubblicato il 05/01/15

Una vita totalmente dedicata ai suoi ideali: la musica e la sua terra d'origine. E quel dialogo con Dio...

Una vita spesa per i suoi ideali: la musica e la sua terra d'origine. Tutto cantato con sincerità, senza fronzoli “da core a core”. Una vita che oggi si è compiuta, in modo così improvviso, un po' come i suoi assoli che sferzano l'anima di chi porge cuore e orecchie per ascoltarli.

In viaggio per casa

"Back home? In viaggio per casa”. Letto oggi il suo ultimo post – apparso sui suoi profili Twitter e Facebook – riempie ancor più di lacrime gli occhi dei suoi tantissimi estimatori. Come se Pino Daniele, il bluesman napoletano “nero a metà”, sapesse che di lì a poco sarebbe morto (Avvenire, 5 gennaio).

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = “//connect.facebook.net/it_IT/all.js#xfbml=1”; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs); }(document, ‘script’, ‘facebook-jssdk’));

Pino e il dialogo con Dio

Ci sono canzoni di Pino Daniele in cui il cantautore napoletano cita Dio, Gesù, il peccato. Il titolo di un suo album è "Che Dio ti benedica", ed è lo stesso di uno dei brani di maggior successo, che però ha poco a che fare con il Signore ed è il frutto di un'esclamazione rivolta ad una ragazza. "Gesù Gesù" è invece una sorta di dialogo con il Figlio di Dio a cui Pino "urla" il senso di solitudine che si avverte in una vita che non sempre ti porta delle soddisfazioni. In "Senza peccato" invece, ritorna una celebre espressione di Gesù, che il cantautore utilizza quasi per lanciare un monito alla società.  

Gesù Gesù (1988)

Gesù, Gesù 

come si cambia è vero 

e poi non te ne accorgi più.

Gesù, Gesù cresciuto in questo cielo

con niente da cambiare.

Chi t'ha ditto ca è accussì

chi t'ha ditto ca è sicuro

ca ce sentimmo sule.

https://youtu.be/gxutJP4DKB8

Senza peccato (1998)

Senza peccato, senza peccato

(and I trust) 

chi è senza peccato dica la verità

(and I feel) 

Senza peccato, senza peccato

(and I want) 

chi è senza peccato scagli la prima pietra

(I wanna know what's real) 

Una persona vera

A darne per primo la notizia è stato Eros Ramazzottiche ha scritto un messaggio all’alba sul suo profilo Instagram: «Anche Pino ci ha lasciato. Grande amico mio, ti voglio ricordare con il sorriso mentre io, scrivendo, sto piangendo – scrive alle 2.08 di questa mattina il cantante di “Terra Promessa” -. Ti vorrò sempre bene perchè eri un puro ed una persona vera oltre che un grandissimo artista. Grazie per tutto quello che mi hai dato fratellone, sarai sempre accanto al mio cuore. Ciao Pinuzzo…». 

Bluesman

Inventore di quel sound inconfondibile, tra sonorità blues, rock, jazz e la tradizione napoletana, diventato il suo marchio di fabbrica in Italia e nel mondo, Pino (all'anagrafe Giuseppe) Daniele nasce a Napoli il 19 marzo 1955. L'esordio nel 1977 con Terra mia: il brano che apre il disco, 'Napule' è' diventa il manifesto della speranza e delle disillusioni di una generazione. Il 1979 è l'anno di 'Je so' pazzo' e di capolavori come 'Je sto vicino a te', 'Il mare', 'Putesse essere allero'. (Huffington Post, 5 gennaio)

Le ultime tappe

Dopo il grande concerto-evento del 1 settembre all'Arena di Verona, Pino Daniele era tornato in tour a dicembre con il live 'Nero a meta: l'11 a Bari (Pala Florio), il 13 a Roma (Palalottomatica), il 16 e il 17 a Napoli (PalaPartenope), il 22 a Milano (Mediolanum Forum Assago). Ad accompagnarlo c'era la band originale del 1980, gli amici di una vita: Tullio De Piscopo alla batteria, Tony Esposito alle percussioni, James Senese al sax, Rino Zurzolo al basso e Joe Amoruso alle tastiere.

https://youtu.be/pYYdRz4OfNg

Oggi, tutti loro, insieme ad altri, piangono Pino. Il musicista dal cuore così grande da averlo "tradito" troppo presto.

https://youtu.be/Dawal7BaCys

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
musica
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
Mirko Testa
Quali lingue parlava Gesù?
PRAYER
Philip Kosloski
Resistete alla “tristezza del diavolo” con qu...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Preghiera a Carlo Acutis con richiesta di una...
Catholic Link
7 armi spirituali che ci offrono i santi per ...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni