Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Carla Fracci: “La mia danza è una missione”

© Public Domain
Condividi

Un giorno Madre Teresa le inviò una cartolina speciale per complimentarsi di uno spettacolo

“Ho avuto la gioia di avere tante testimonianze d'affetto, ma le parole di Madre Teresa rimangono per me indelebili: è riuscita, con poche righe, a esprimere il vero senso del mio lavoro”. Esordisce così Carla Fracci, étoile della danza classica, nello svelare in una intervista a “Credere” (4 gennaio) un segreto custodito gelosamente per molto tempo: una cartolina autografa della Beata conservata con cura quasi fosse una reliquia.

La Fracci non ama sbandierare la propria fede. Per questo non nasconde la propria commozione nel raccontare questa storia inedita: “Molti anni fa, fui chiamata a rappresentare Giselle in Sicilia, dove viveva il fratello di madre Teresa, mio buon amico e profondo estimatore del balletto. Lo invitai ad assistere al mio spettacolo e, quando tornò a casa, lo raccontò con ardore alla sorella che, per caso, in quel periodo si trovava in visita in Sicilia. Madre Teresa rimase tanto colpita dalla descrizione appassionata del fratello che prese carta e penna e mi scrisse una frase bellissima e che ricorderò per sempre: 'Metti il tuo amore per Dio nella danza, in maniera che la gente, attraverso la tua arte, sia attratta verso l'assoluto'”.

E ancora oggi, dopo 67 anni di carriera alle spalle e circa cinquecento balletti all'attivo, la Fracci non ha paura ad affermare: “La mia danza è una missione”. “All'improvviso – ricorda ancora – mi fu chiaro che anch'io dovevo, attraverso la mia arte, svelare al pubblico la mia anima, il riflesso di Dio che la abita. Con il trascorrere del tempo, ti rendi conto che il corpo non è solo fisicità: è la cornice dello spirito, quasi un'interfaccia dell'anima verso il mondo. Il corpo riflette quello che ognuno di noi è”.

Tags:
danza
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.