Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 19 Settembre |
San Giuseppe da Copertino
home iconStile di vita
line break icon

Non sono vergine… gli mento per farmi accettare?

© Andrea Rose

La Opción V - pubblicato il 22/12/14

Se la persona che condivide una relazione con te decide di amarti per quello che sei, accoglie anche il tuo passato

Ho avuto rapporti sessuali con il mio ex fidanzato, e all'epoca non sapevo che errore stessi commettendo. Ora ho deciso di ricominciare e di vivere la castità. Vorrei incontrare una persona che comprenda questo e voglia aspettarmi fino al matrimonio, ma se dico a questa persona che non sono vergine non mi lascerà? Ho pensato di mentire e se si presenta l'occasione di dire che sono vergine, perché così forse mi aspetterà fino al matrimonio. Dall'altro lato, però, penso che un rapporto basato sulle menzogne non andrà mai a buon fine. Cosa devo fare?

Se la persona che condivide una relazione con te decide di amarti per quello che sei, accoglie anche il tuo passato. Ora vediamo due possibili scenari:

1. Se anche lui ha sbagliato in passato e non è più vergine ma ora desidera vivere la stessa cosa che vivi tu, allora sarà più facile, perché c'è da aspettarsi che sia comprensivo con te.

2. Se è vergine e sperava di sposarsi con una donna vergine, probabilmente dovrà lottare con il suo orgoglio, ma questa sarà una chiave per sapere se ama davvero te o ama più la sua speranza di sposarsi con una donna vergine che te. Se non riesce ad accettarlo, per quanto ti possa far male, è meglio lasciarlo andare, perché se non te lo perdona adesso (anche se non è qualcosa che hai fatto a lui e non avresti motivo di dover “essere perdonata da lui”) te lo rinfaccerà sempre.

Se, però, ama davvero te, come dicevamo, saprà accoglierti con misericordia e accettarti con il tuo passato, rinunciando al suo possibile anelito di sposarsi con una donna vergine. È successo questo a Crystalina Evert, che ha scritto:

“Quando ho conosciuto il mio futuro marito e mi sono resa conto del fatto che era ancora vergine, mi sono caduti addosso tutti i dubbi del mondo e mi facevano recriminare: 'Non c'è modo per il quale dovrebbe voler passare il resto della sua vita con qualcuno come me. Se solo sapesse tutto quello che ho fatto anni fa si allontanerebbe da me'”.

“Ma non lo ha fatto. Il giorno in cui gli ho raccontato del mio passato è stato uno dei più difficili della mia vita. È stato solo dopo, mentre guardavo i suoi occhi pieni di perdono, che mi sono resa conto della grandezza di tutto quello che avevo perso”.

“Ancora oggi a volte mi vengono le lacrime agli occhi, ma ho imparato che vivere la purezza cura davvero e che Dio non si lascia vincere in generosità. Il modo in cui ora mio marito mi guarda ogni giorno mi ricorda sempre che la promessa di Gesù è vera: 'Ecco, io faccio nuove tutte le cose' (Ap 21,5)”.

Anche se è molto difficile e ti fa tanta paura, la cosa migliore è essere onesti. Solo la verità potrà portarti la libertà e la felicità. Se menti, sperimenterai un'angoscia continua “ogni volta che si tocca il tema”. Vivrai con la consapevolezza che “non hai detto tutto”, che “c'è qualcosa che gli nascondi e temi che un giorno se ne possa accorgere”.

Sperimenterai un grande conflitto interiore, a volte una grande angoscia, chiedendoti se dirlo o no, immaginando la sua tremenda delusione se glielo racconti, anche la possibilità che il tuo matrimonio finisca per questo.

Non credi che sia meglio dirglielo prima di sposarti che caricarti questo segreto? È raccomandabile che non ti accosti al matrimonio nascondendo una cosa simile. È meglio dirglielo, perché sposandoti possa avere la certezza e la tranquillità di saperti amata e accettata “nonostante” il tuo passato.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
castità

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
Gelsomino Del Guercio
La Madonna nera è troppo sfarzosa: il parroco la “spoglia”. Ed è ...
3
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
Paola Belletti
Tre suicidi tra i giovanissimi il 1°giorno di scuola
6
THERESA GIUNI
Unione Cristiani Cattolici Razionali
Giuni Russo è giunta fino a Cristo per mano d...
7
PAURA FOBIA
Cecilia Pigg
La breve preghiera che può cambiare una giornata stressante
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni