Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 26 Febbraio |
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

Mamme, cantate la ninna nanna a vostro figlio!

Mom and Baby – Sleeping – Sleep – it

© John Spade / CC

https://www.flickr.com/photos/john-spade/8218675992

Aleteia - pubblicato il 12/12/14

La musica dolce lo farà sentire più certo quando dovrà affrontare le sfide della vita

"Ninna nanna-ninna oh, questo bimbo a chi lo do?" iniziate a cantarla quando il vostro piccolo è in grembo e avrete grandi sorprese! Infatti ninne nanne, filastrocche sussurrate, racconti narrati con la dolce voce della mamma, non solo accompagnano il neonato tra i sogni d’oro ma sembrerebbero anche giovare alla memoria e alla crescita cognitiva del bambino. A riportare la notizia è BergamoPost.it (8 dicembre).

Più musica meno insicurezza
A conferma di questa pratica ci sono diversi studi, il più recente è della Brigham Young University nello Utah (Usa) che ha dimostrato come i neonati sarebbero in grado non solo di ricordare ma soprattutto di memorizzare esperienze positive legate alla musica. Cantare prima che il bimbo nasca, durante i nove mesi di attesa, e quando poi è in culla permetterà al piccolo di ricordare positivamente quei momenti sia a livello fisico che emotivo. Una condizione che lo farà sentire inconsciamente più certo quando dovrà affrontare le sfide della vita.  

Vita uterina e vita terrestre
Un test, pubblicato sulla rivista Plos One, condotto su 24 donne in dolce attesa, rafforza questa tesi, testimoniando come la memoria del bambino comincerebbe già nella pancia della mamma. Divise in due gruppi, solo metà delle future mamme aveva fatto ascoltare musica ai bambini nella pancia per cinque giorni a settimana, in particolare la ninna nanna Twinkle Twinkle little Star, alternata a brevi frasi.

Il risultato è stato sorprendente: sia alla nascita che a quattro mesi i bambini abituati alla musica sembravano ricordarla meglio degli altri, reagendo positivamente agli stimoli sonori. A conferma di un forte legame tra la vita intrauterina e quella terrestre.

Amore di madre, amore di Dio
Ma la ninna-nanna non è fatta solo di parole. Ci vuole anche un abbraccio per “nutrire di affetto” il proprio figlio, dando tutto il calore che solo una mamma può dare. Perché l'amore della madre è qualcosa di unico, è una sorgente di bene che sembra inesauribile. E proprio per questo è ciò si avvicina di più all'amore che Dio ha per le sue creature. 

Tags:
bambinimamma
Top 10
See More