Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 05 Agosto |
Sant'Oswaldo di Northumbria
home iconChiesa
line break icon

Padre Wresinski: combattere la miseria, scegliendo la povertà

AFP ROBERTO SCHMIDT

Emanuele D'Onofrio - Aleteia - pubblicato il 04/12/14

Gli esclusi non sono lontani, ma sono tra noi, li escludiamo e ci escludiamo da loro. Non è questo che sosteneva padre Wresinski?
Bruni: La sua idea è che al mondo esiste il potere, ed esistono persone che usano il potere, lo stesso fanno alcune istituzioni, per escludere altri. Ecco su cosa batteva il suo, che giudico un progetto politico sul capitalismo: era un tentativo, oggi ripreso da Papa Francesco, di riportare la povertà al centro del dibattito sociale. La povertà non deve essere solo un problema per specialisti o per un 10% della popolazione: è un problema del capitalismo. La povertà deve tornare non solo tra gli specialisti del welfare e tra gli assistenti sociali, ma dentro i parlamenti. Quando il Vangelo dice “beati i poveri”, propone uno sguardo sul mondo, il cuore del patto sociale. Questo era molto chiaro in lui: finché un sistema esclude sistematicamente una parte per far stare troppo bene l’altra, se noi continuiamo a fare guerre, a procurarci le energie che ci servono per diminuire di un grado l’aria condizionata delle nostre case, questo benessere opulento che diventa esclusione di un migliaio di persone è un sistema sbagliato. Questo è molto chiaro in Wresinski e molto poco chiaro in noi che oggi siamo dentro ad un culto imperiale e non ce ne rendiamo conto. Oggi non si parla più in modo serio di capitalismo, se non tra specialisti. L’unico luogo dove oggi si parla di capitalismo e dei suoi limiti è la Chiesa di Papa Francesco: allora questo libro può aiutare il dibattito su questo tema. Oggi ci servono più profeti come Wresinski e meno tecnici, proprio perché occorre riportare la povertà al centro del patto sociale.

  • 1
  • 2
Tags:
poverta evangelica
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
MADELEINE PAULIAC
Sandra Ferrer
La dottoressa che aiutò a partorire delle suore violentate
2
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
3
DEVIL, 2020, ADVERTISING
Gelsomino Del Guercio
Il potere malefico degli angeli cattivi: fin dove può arrivare il...
4
BISHOP BARRON
Francisco Vêneto
Il vescovo Barron mette in guardia sull’ideologia del testo...
5
CARLO ACUTIS
Violeta Tejera
La prima vetrata che ritrae Carlo Acutis in jeans e scarpe da gin...
6
NEWBORN, GIRL
Annalisa Teggi
Genova: neonata lasciata nella culla per la vita. Affidata, non a...
7
DOCTOR
Vanderlei de Lima
La sofferenza è una punizione di Dio?
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni