Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

“Di fronte ad uno sguardo redento, il male non può nulla”

© Meeting Rimini
Condividi

Drammi e speranze del popolo di Terra Santa al centro dell’incontro che ha anticipato il Meeting di Rimini 2015

«Ogni giorno riceviamo e leggiamo rapporti preoccupanti su quanto sta accadendo, senza comprendere come ed eventualmente quando si potrà individuare una via d’uscita. Le piccole certezze della vita quotidiana sono come sospese. Ciò che ha a che fare con le relazioni di qualunque tipo, sembra sia esploso insieme a questa guerra insensata».

Sono le parole di Pierbattista Pizzaballa, Custode di Terra Santa, durante l'incontro “La speranza del cuore”  tenutosi il 3 dicembre a Roma. Evento che di fatto ha dato il via al cammino verso il prossimo Meeting di Rimini che, nel 2015, avrà per titolo un verso del poeta fiorentino Mario Luzi: «Di che è mancanza questa mancanza, cuore, che a un tratto ne sei pieno?»

Senza dialogo l'uomo è perduto
«In Iraq e Siria – ha proseguito Pizzaballa – almeno due terzi dei cristiani è sfollata e si trova o all’estero o in altre parti del Paese e in Terra Santa, nell’eterno conflitto israelopalestinese, la situazione non è migliore». Una condizione che sta creando nella popolazione frustrazione, abbandono e disorientamento, che – secondo Padre Pizzaballa – in queste proporzioni, non si erano mai visti prima: «Quando il dialogo, ogni forma di dialogo, sembra preclusa, anche il problema più piccolo diventa insormontabile e l’uomo è solo e, per questo, disorientato. La realtà si costruisce nel rapporto e se questo viene a mancare l’uomo è perduto». Ma dentro questo dramma, c’è ancora la possibilità di sperare.

Il potere della speranza
C’è un potere più forte, più grande: il potere della speranza. «Non ci sono motivi per pensare che non sia possibile superare anche questo momento – ha detto con forza Pizzaballa – e non dobbiamo fondare il nostro giudizio solamente basandoci su quanto si vive in quest’ora drammatica». «Il male esiste, certo, ma è impotente di fronte al cuore infranto ed integro. Di fronte ad uno sguardo redento, il male non può nulla». Uno sguardo redento, che possiamo vedere, che è testimoniato da molti, soprattutto dai più giovani da molti ragazzi cristiani che vivono nelle zone di guerra. «Ad Aleppo, nel cuore delle crisi dell'estate scorsa – racconta Padre Pierbattista – è stata organizzata una giornata di preghiera dove si sono presentati più di mille giovani cristiani, appartenenti alle diverse chiese. Non vi era alcuna utilità materiale in quella iniziativa. Eppure sono andate più di mille persone, giovani, desiderosi di ascoltare, di condividere e di pregare». 

Un cuore alla ricerca
Padre Pizzaballa ha poi evidenziato la portata del titolo della prossima edizione del Meeting, citando un detto della letteratura mistica ebraica "Nulla è più integro di un cuore spezzato". Ha poi proseguito affermando che: «Un cuore infranto è continuamente in ricerca, assetato, mai sazio. In ricerca di qualcosa che sani quella ferita, colmi quella frattura
interiore, sanamente inquieto».  

QUI IL COMUNICATO STAMPA COMPLETO

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.