Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 25 Settembre |
San Cleopa
home iconApprofondimenti
line break icon

Quest’anno si porta il prete di strada…

© LaPresse

Fabio Colagrande - Vinonuovo.it - pubblicato il 30/11/14

Da preferire persino alla coppia di fidanzati che si sono conosciuti all'ultima Giornata mondiale della gioventù, che pure restano un «must»

Questo Natale sui media cattolici, si portano molto i «preti di strada». Senza clergyman, col maglioncino scuro e spettinati. Più sul Landini che sul Marchionne però, mi raccomando.

A pranzo, cena e colazione, sono più trendy di un bel vescovone. Molto più friendly del cardinale che giochicchia con la croce d’oro appesa al collo. Gerarchie ecclesiali che improvvisamente non fanno più audience. La talare, si sa, erige un muro, il maglioncino invece getta un ponte. I preti di strada fanno più ascolti anche del solito noioso teologo occhialuto o del fervente laico stempiato e incravattato con famigliola al seguito. Da preferire persino alla coppia di fidanzatini che si sono conosciuti all’ultima Giornata mondiale della gioventù, che pure restano un ‘must’ e non si buttano mai via.
I preti devono essere rigorosamente di periferia, naturalmente. Se no non se ne parla. È richiesto un riscontro topografico urbanistico certificato e una prova di residenza nell’hinterland di almeno cinque anni. Una leggera cadenza dialettale non è richiesta, ma aiuta. 

Vanno bene anche i preti intervistati sul marciapiede, possibilmente in un giorno di pioggia, vicino a donne nordafricane obbligate a prostituirsi (che si accingono a  salvare) o accanto a un rogo ardente di rifiuti tossici (che si accingono a spegnere). Come ambientazione vanno bene anche i terreni confiscati alle mafie, le carceri o ancora le comunità che accolgono tossicodipendenti o immigrati. Ottimo se mentre i preti di strada parlano al microfono, con voce pensosa e l’occhio stanco, dietro di loro s’intravede qualche disgraziato soccorso o qualche giovane volontario infervorato in varie attività benefiche. Il tutto in controluce, per accentuare la drammaticità caravaggesca dell’inquadratura e con il sottofondo musicale di Vangelis o Morricone. Si può usare anche De André, anche se con moderazione.

Obbligatoria poi, da contratto, la citazione di Papa Bergoglio. Non proposta subito, ma sul finale dell’intervista, improvvisamente, con esibita nonchalance. Consigliate quella sui pastori che debbono avere «l’odore delle pecore» – che permette stacchi panoramici su greggi belanti – o sui poveri che sono «la carne di Cristo».

Alcuni preti di strada intervistati, in queste occasioni, sorridono sornioni. Non sono sorpresi da questa improvvisa visibilità mediatica intraecclesiale, anche se prima magari spopolavano solo su La Repubblica o Rai Tre. Altri appaiono stupiti, un po’ sospettosi e mentre parlano temono esca fuori un tizio con il cartello «Sei su scherzi a parte!». Tutti sanno bene, però, che non sono lì per fare audience o conquistare notorietà personale, ma per svolgere con sobrietà un servizio pastorale nel nome di Cristo.

Eppure, mentre il cameraman li fa spostare di lato per migliorare l’inquadratura o il tecnico gli appunta il microfono sul maglioncino liso, leggi nei loro sguardi il dubbio: «Chissà se per la prossima collezione autunno-inverno il Vangelo ‘sine glossa’ sarà ancora di moda?».

Qui l’originale

Tags:
preti
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
Gelsomino Del Guercio
Il Papa: il gender è una “ideologia diabolica”. Serve pastorale c...
3
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
4
FATIMA
Marta León
Entra nel Carmelo a 17 anni: “Mi getto tra le braccia di Dio”
5
Gelsomino Del Guercio
Scandalo droga e festini gay con il prete: mea culpa del vescovo ...
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
SHEPHERDS
José Miguel Carrera
Il dolore dei genitori per i figli che non vogliono più sapere ni...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni