Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 15 Giugno |
Beato Clemente Vismara
home iconChiesa
line break icon

Da chi vengono le tentazioni, dal diavolo o da Dio?

© ribena_wrath / CC

https://www.flickr.com/photos/ribenawrath/139154402

don Antonio Rizzolo - Credere - pubblicato il 28/11/14

Possono essere prove che Dio permette o insidie sataniche verso il male

Caro padre Antonio, papa Francesco nell’Evangelii gaudium parla di tentazioni degli operatori pastorali. Cosa sono le tentazioni? Prove che ci manda il diavolo o che ci manda Dio?

Arianna Ines

Nell’Evangelii gaudium il Papa include tra le tentazioni l’accidia egoista, il pessimismo sterile, la mondanità spirituale, la guerra interna. Le parole di Francesco vanno ben meditate, per purificare le nostre intenzioni e ridare slancio all’impegno missionario. Cosa sono però le tentazioni? E da chi provengono, dal diavolo o da Dio?

C’è una prima distinzione: le tentazioni possono essere prove a cui è sottoposta la nostra libertà, per capire se preferiamo il male, il peccato, oppure il bene, Dio; le tentazioni possono essere anche una spinta a compiere azioni immorali, cattive. Questa seconda tipologia viene in ultima analisi dal diavolo e mira ad allontanare l’uomo da Dio, a ribellarsi alla sua legge d’amore. Nel primo caso, invece, può essere Dio stesso che mette alla prova la nostra fedeltà, il nostro amore per rafforzarci nell’adesione a lui.

A volte è difficile distinguere i due tipi di tentazione. Anzi, la Bibbia stessa sembra in qualche caso attribuire a Dio anche il secondo. Per esempio, in 2Samuele 24,1 è scritto che Dio incita Davide contro il suo popolo ordinandogli un censimento. Nel passo parallelo di 1Cronache si legge invece che fu Satana a spingere Davide (21,1). La spiegazione è nella mentalità semitica antica: per evitare di pensare a due princìpi, a un Dio del bene e a uno del male, si attribuisce tutto all’unico Dio. In realtà, come appare più volte nella stessa Bibbia, c’è un unico Dio, ma alla nostra libertà è lasciata la scelta tra il bene e il male, mentre il diavolo cerca di spingerci alla perdizione. In ultima analisi, dunque, le tentazioni riguardano sempre la nostra libertà, la nostra possibilità di scelta. Lo stesso Gesù è stato tentato dal diavolo, segno che il Figlio di Dio si è fatto uomo davvero. Ed è lo stesso Gesù che ci insegna come vincere le tentazioni. Prima di tutto egli ha scelto il vero bene, rispetto a quello apparente. Il male si presenta spesso in modo attraente, ci offre qualcosa che sembra “buono, gradevole agli occhi e desiderabile” (Genesi 3,6). Cosa poteva sembrare meglio a Gesù di una bella pagnotta dopo 40 giorni di digiuno, o di un miracolo straordinario come gettarsi dal pinnacolo del tempio perché tutti credessero in lui? Gesù invece ha scelto di amare fino in fondo, fino alla morte di croce, per donarci la salvezza lasciandoci liberi.

Gesù ha poi vinto la tentazione grazie alla parola di Dio e alla preghiera, come dimostrano le risposte a Satana e il drammatico dialogo con il Padre nell’orto del Getsemani, dove conclude: “Si compia la tua volontà” (Matteo 26,42). Mentre ai discepoli dice: “Vegliate e pregate, per non entrare in tentazione” (26,41). Gesù ci invita a non lasciarci sedurre dal fascino del potere, della ricchezza e del successo, a vegliare su noi stessi e ad affidarci alla preghiera. Con una grande fiducia in lui. San Luca scrive infatti che il diavolo se ne andò “dopo aver esaurito ogni tentazione” (4,13). Non c’è tentazione che Gesù non possa comprendere, in lui possiamo confidare per non cadervi.

Tags:
diavolo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Landen Hoffman
Sarah Robsdotter
“Gli angeli mi hanno preso e Gesù mi vuole bene”: un bimbo di 5 a...
2
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
3
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
4
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
5
MOTHER AND LITTLE DAUGHTER,
Silvia Lucchetti
Lui si suicida dopo aver ucciso le figlie: Giulia torna a vivere ...
6
Silvia Lucchetti
Matteo si è ucciso “in diretta” su un forum online. E...
7
Catholic Link
Non mi piaceva Santa Teresa di Lisieux finché non ho imparato que...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni