Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Un sacerdote confessa com’è ascoltare i peccati della gente

Condividi

Intervista a monsignor Charles Pope sul sacramento della Riconciliazione

È una cosa notevole, il fatto che io stia seduto lì operando quello che San Paolo chiamava il “ministero della riconciliazione”. In realtà non lo opero io, ma il Signore. Gesù assume la persona del sacerdote; l’umanità del sacerdote è il pane del sacramento degli Ordini Sacri. Gesù ci assume e ci usa. Questo mi fa chiedere cosa ci sia in me per essere stato scelto per fare questo. C’è di fondo l’umiltà, in modo quasi spaventoso.

Ascoltare confessioni influenza il modo in cui lei stesso si accosta al sacramento e viceversa?
Sicuramente. Ad esempio, se interrompo rapidamente qualcuno cerco di ricordare che non mi piace essere interrotto durante la confessione. A volte bisogna farlo, ovviamente, ma cerco di ascoltare bene. In genere vado dallo stesso confessore, ma a volte posso trovarmi in un ambiente diverso e sono consapevole della bellezza di avere qualcuno che ascolta. C’è qualcosa di così potente nell’ascolto, permette a una persona di scaricarsi. Ciò che dico come confessore è una piccola parte. Ho imparato anche come direttore spirituale. Nel lasciar parlare la persona, c’è una guarigione. Spero di trasmettere la mia gioia per il fatto che la persona è lì. Vorrei che si sentisse a suo agio nel parlare.

Cosa rende un confessore grande?
La capacità di ascoltare. Dico ai giovani sacerdoti con cui lavoro che il 90% è l’ascolto – non si deve avere un consiglio saggio in ogni momento, non è questo l’obiettivo della confessione. Alla fine della giornata, il dono di aver ascoltato con misericordia è sufficiente.

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Pagine: 1 2 3

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.