Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Vi ricordate di Lampedusa?

Public Domain
Condividi

Francobolli e lotterie per aiutare papa Francesco

Sarà emesso solo dopodomani ma, su questo minuscolo pezzetto di carta si concentrano grandi speranze: dare una mano “generosa” a papa Francesco per andare incontro alle necessità degli immigrati.

L’Ufficio filatelico e numismatico della Città del Vaticano metterà in circolazione il 21 novembre il francobollo commemorativo dei viaggi di Bergoglio in Italia compiuti nel 2013: Cagliari, Assisi e Lampedusa.

Il francobollo raffigura papa Francesco durante l’omelia della celebrazione eucaristica nell’isola degli sbarchi, con l’altare costruito con il fasciame dei relitti di tante imbarcazioni di fortuna approdate a Lampedusa e il timone che riempì le immagini del primo viaggio del pontefice fuori dal Vaticano.

“Difficile da dimenticare – ha affermato il responsabile dell’Ufficio filatelico e numismatico del Governatorato, Mauro Olivieri, nel presentare il francobollo alla stampa – le parole di monito di papa Francesco, riportate sul libretto filatelico, riguardo a gli immigrati morti in mare, ‘da quelle barche che invece di essere una via di speranza, sono state una via di morte’”.

Per questo è stato deciso che il ricavato della vendita del francobollo del valore di 0,85 centesimi e del libretto filatelico con 4 francobolli del valore di 3,40 euro, sarà donato al pontefice perché lo destini alla carità per gli immigrati.

“Contiamo – ha aggiunto Olivieri -, basandoci sul numero di serie filateliche che vengono acquistate normalmente, di ricavare una cifra non inferiore ai centomila euro, ma speriamo, anche grazie all’aiuto dei media, di ricavarne di più”.
Il denaro, da destinare ad opere in favore dei migranti, sarà consegnato all’elemosiniere, l’arcivescovo polacco Corrado Kraiewski, che rappresenta il braccio “armato” di Bergoglio nella distribuzione di aiuti ai più bisognosi.

Farà capo a Kraiewski anche un’altra iniziativa partita dal Governatorato per sostenere l’impegno caritativo di papa Francesco: la “lotteria di beneficenza per le opere di carità del Santo Padre” (Il Messaggero, 18 novembre).

Negli spazi vaticani aperti al pubblico – punti vendita di monete e francobolli, farmacia, poste, musei, ufficio pellegrini e turisti – sarà possibile acquistare al prezzo di 10 euro un biglietto della lotteria.

In palio ci sono i doni che papa Francesco ha ricevuto nel corso dell’anno e che mette a disposizione della lotteria per raccogliere fondi destinati all’assistenza dei dei senzatetto – in realtà questa parola nasconde un eufemismo linguistico per dire “persone in miseria”, come ha denunciato Bergoglio nell’incontro con i movimenti popolari – che passano la notte nei dintorni di piazza s. Pietro e via della Conciliazione e per i quali, da ultimo, padre Kraiewski sta facendo approntare delle docce in un piccolo locale situato vicino al colonnato.

Primo premio è una Fiat Panda 4×4, euro 5+, full optional, di colore – neanche a dirlo – bianco, e poi biciclette, videocamere, orologi, cornici d’argento, penne pregiate e anche un cappello, bianco, modello Panama. Poi ci sono i premi di consolazione: ombrelli, profumi, sciarpe, libri, cinture.

L’estrazione avverrà l’8 gennaio 2015, alla presenza di un notaio e del cardinale Giuseppe Bertello, presidente del Governatorato.
 
 
 

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni