Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Dal Papa 200 mila euro per le bollette delle famiglie insolventi

© MASSIMILIANO MIGLIORATO/CPP
Condividi

Non si fermano mai i gesti di carità di Bergoglio che il 20 ottobre si recherà alla FAO per un appello sulla fame nel mondo

Dopo
la predisposizone delle docce nelle vicinanze del Colonnato di San Pietro Papa Francesco non si ferma e stanzia, attraverso l’Elemosineria Apostolica, 200 mila euro per contribuire a a pagare le bollette delle famiglie insolventi per evitare loro lo sfratto. A darne notizia è
La Repubblica (13 novembre). Bergoglio dunque non smette di guardare ai più bisognosi, a quelle che lui chiama "le periferie": nel mese scorso ha anche aiutato i migranti con altri 50 mila euro – sempre attraverso l’Elemosineria – a pagare i 150 euro necessari per mettere in regola i documenti.

 
Lotta contro la fame
E non è finita qui perché giovedì prossimo Francesco si recherà alla sede della Fao, a Roma, per rilanciare, alla seconda Conferenza internazionale sulla nutrizione in programma dal 19 al 21 e di fronte a centinaia di governanti mondiali, il suo appello alla lotta contro la fame nel mondo.

Nulla di straordinario
L’arcivescovo polacco Konrad Krajewski, che guida l’Elesimoneria apostolica puntualizza sulla realizzazione delle docce in piazza San Pietro: "Non facciamo nulla di straordinario, dare alle persone la possibilità di lavarsi fa parte dell’abc di una comunità, a Roma tutti i bagni sono chiusi, ma sono esigenze elementari, dove dovrebbero andare queste persone? E io come pastore come posso parlare loro del Vangelo quando ho di fronte chi innanzitutto ha esigenze del genere?"

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni