Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!
Aleteia

Il vaccino dell’OMS sterilizzerà 2 milioni di donne

CC Filiberto Strazzari
Condividi

Accade in Kenya dove il timore dei medici e dei vescovi cattolici è che si tratti di un’operazione di massa

Hanno già somministrato a un milione di donne un vaccino contro il tetano contenente un antigene che produce anticorpi abortivi. Ed è previsto che il piano prosegua finché non saranno raggiunte un altro milione e trecento fra adolescenti e donne, arrivando a una quota di 2 milioni e trecento vaccinate e quindi sterili. E’ la denuncia fatta dai medici cattolici kenyoti, insieme ai vescovi locali, contro il governo e le Nazioni Unite. Sì perché a finanziare questi trattamenti sono l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) e l’Unicef. A riportare la notizia è Tempi.it (11 novembre)

Bloccare il vaccino
«Quello che sta accadendo è gravissimo», racconta Stephen Karanja presidente dell’Associazione dei medici cattolici del Kenya e membro del consiglio esecutivo della commissione Salute della Conferenza episcopale del paese. «Le ragazze stanno subendo trattamenti di sterilizzazione a loro insaputa senza che il governo abbia controllato i contenuti dell’antidoto. Ora le donne sono alla terza somministrazione, occorre bloccare tutto prima che si arrivi alla quinta se vogliamo salvarle».

Mente il governo o la chiesa?
Il ministro della Salute, James Macharia, ha smentito i medici ma senza entrare nei dettagli dichiarando che «lo raccomanderei a mia figlia e a mia moglie perché lo approvo al cento per cento e confido che non abbia effetti contro la salute». Muhame Ngare, medico presso il Misericordia Medical Centre di Nairobi ha replicato così: «O stiamo mentendo noi o mente il governo. Ma chiedetevi: “Per quale motivo i medici cattolici dovrebbero mentire?”. La Chiesa cattolica ha fornito assistenza sanitaria e vaccini per 100 anni da prima che il Kenya esistesse come paese». Intanto i vescovi cattolici hanno avvertito le congregazioni religiose, i centri di salute e gli ospedali cattolici di rifiutare il programma di vaccinazione. 

Sterilizzazione di massa
Il timore più grosso, affermato a più riprese dagli esponenti cattolici della sanità kenyota è che “la campagna dell’Organizzazione mondiale della sanità non mira a sradicare il tetano neonatale ma è un coordinato ed efficace tentativo di sterilizzazione di massa per il controllo della popolazione, tramite l’utilizzo di un vaccino che, come provato, regola la fertilità”.
 

 
 
 

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni