Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 14 Maggio |
San Mattia
home iconNews
line break icon

Stato Islamico e il fascino delle donne per attirare nuovi adepti su Internet

SHAH MARAI / AFP

Erebmedioriente - pubblicato il 09/11/14

La compagine femminile è attiva in centri per l’organizzazione della propaganda e del marketing jihadista

di Simone Cantarini

Lo Stato islamico utilizza il fascino femminile per attirare giovani adepti sulla rete. È la denuncia della fondazione Quilliam che sottolinea il metodo “moderno” per convincere i giovani ad abbracciare “l’utopia islamista”. Infatti, come un’organizzazione degna della sua fama, lo Stato islamico sfrutta tutto ciò che il mondo moderno può offrire. A differenza delle donne curde, che combattono a fianco ai loro uomini usa le donne per adescare persone su internet, come i migliori siti di incontri.

Charlie Winter, responsabile di Quilliam, sottolinea che le ragazze dell’Is utilizzano per i loro scopi Instagram, Twitter, Ask.fm, VK, Facebook. Esse attraggono non solo giovani uomini, ma anche donne e ragazze alle quali descrivono la convenienza di vivere nello Stato islamico.

A differenza di al-Qaeda, le cui reclute erano prettamente maschili, il movimento terroristico di Abu Bakr al Baghdadi ha aperto anche alle donne. L’obiettivo è infatti fondare una vera e propria nazione islamica e per realizzare ciò il gentil sesso è fondamentale.

I profili più ricercati nella rete non sono più giovani fanatici e militanti islamisti, ma ingegneri, dottori avvocati e persone che possano aiutare lo Stato islamico a realizzare una sua struttura amministrativa e statale. La compagine femminile è attiva invece in centri per l’organizzazione della propaganda e del marketing jihadista, come in un moderno call center. Quindi gli oltre 3 mila europei, fra cui molte donne, partiti per la Siria e l’Iraq non sono solo taglia teste, ma veri e propri promoter del Califfato, fatto che li rende nel lungo periodo ancora più pericolosi.

QUI L’ORIGINALE

Tags:
isisjihad
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
chiara amirante,
Paola Belletti
Perché dobbiamo pregare per la guarigione di Chiara Amirante
2
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle parrocchie
3
Padre Henry Vargas Holguín
Quali peccati un sacerdote “comune” non può perdonare?
4
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
Gelsomino Del Guercio
Marino Bartoletti: mi sono affidato alla Madonna dopo la morte di...
7
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni