Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 08 Maggio |
Santa Maddalena di Canossa
home iconNews
line break icon

Adotta una famiglia di profughi iracheni!

© ankawa.net

Chiara Santomiero - Aleteia - pubblicato il 31/10/14

La campagna di gemellaggi lanciata da Caritas italiana

Caritas italiana dà concretezza all’invito di Papa Francesco perchè ci sia una mobilitazione a favore delle famiglie cristiane in Iraq e Siria travolte dalla brutalità del terrorismo del cosiddetto Stato islamico e invita tutti a partecipare con varie forme di sostegno a distanza.

La prima proposta prevede la realizzazione di gemellaggi con famiglie di profughi, finalizzati ad assicurare un minimo dignitoso ad un nucleo di 5 persone. Per sostenere il “Progetto Famiglia” si può scegliere un impegno di natura mensile (140 euro), trimestrale (420 euro), semestrale (840 euro) o per un anno (1680 euro).

La seconda proposta – “Progetto Casa” –  riguarda l’acquisto di 150 container per l’alloggio di altrettante famiglie. In questo caso, il costo è di 3.140 euro per unità.

La terza iniziativa, infine, – “Progetto Scuola” – riguarda l’acquisto di 6 autobus per il trasporto dei bambini in 8 scuole a Erbil e a Dahuk: ogni pullman costa 40.720 euro.

Per sostenere gli interventi, le offerte vanno inviate a Caritas Italiana (via Aurelia 796 – 00165 Roma), tramite C/C POSTALE N. 347013, specificando nella causale: GEMELLAGGI IRAQ / Progetto FAMIGLIA (oppure CASA oppure SCUOLA) . Per altre forme di contribuzione si può consultare il sito della Caritas: www.caritasitaliana.it

La Chiesa italiana ha messo già a disposizione delle comunità in Iraq un milione di euro per la prima emergenza e 2 milioni e trecentomila euro destinati alla costruzione di un’Università cattolica.

La campagna a sostegno delle famiglie segue gli incontri che una delegazione della Conferenza episcopale italiana, guidata dal Segretario generale, mons. Nunzio Galantino, accompagnato anche da don Francesco Soddu, direttore di Caritas Italiana – ha avuto visitando di recente i campi profughi a Erbil, nel Kurdistan iracheno, nei quali I vescovi locali hanno chiesto di avviare collaborazioni a più lunga scadenza.

Tags:
caritas italianacristiani perseguitati in iraqpapa francesco
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
TAMING TRIPLETS
Annalisa Teggi
Resta incinta mentre era già incinta: sono nate 3 bimbe e stanno ...
3
Gelsomino Del Guercio
Gesù e la lettura del Vangelo. Così Celentano “converteR...
4
Annalisa Teggi
Intrappolata in un macchinario tessile: muore Luana, mamma di 22 ...
5
Web católico de Javier
Aneddoti che raccontano l’umorismo di Padre Pio
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
PRAY
Philip Kosloski
Come sapere se la vostra anima ha subìto un attacco spirituale?
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni