Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 10 Maggio |
Santa Louise de Marillac
home iconChiesa
line break icon

“In altri tempi qui i luterani venivano bruciati…”

© DR

Chiara Santomiero - Aleteia - pubblicato il 30/10/14

Papa Francesco parla di “ecumenismo del sangue” con un gruppo di evangelici. Il card. Koch propone un Giubileo della Riforma vissuto ecumenicamente

"Prima di tutto voglio ringraziarvi per il vostro coraggio. Ieri ero alla porta dell'aula del sinodo con un vescovo luterano. Ho detto: lei ha coraggio, in altri tempi i luterani qui venivano bruciati…". La battuta, che fa scoppiare a ridere tutti i presenti, è di Papa Francesco che durante il Sinodo sulla famiglia ha incontrato a S. Marta un gruppo di evangelici della Communion of Evangelical Episcopal Churches (Ceec). L’incontro è stato in parte filmato con lo smartphone da uno dei partecipanti e pubblicato in questi giorni su internet sul sito dell'ordine "The ark community" (Tmnews 29 ottobre).

"Stiamo peccando contro la volontà di Dio, perché continuamo a focalizzarci sulle differenze – ha detto Papa Francesco entrando nel tema dell’ecumenismo -. Il nostro battesimo condiviso è più importante che le nostre differenze. Crediamo tutti nel Padre, nel Figlio e nello Spirito Santo Abbiamo tutti lo Spirito santo con noi, che prega in noi".  

E’ il diavolo, “il padre delle menzogne, il padre di ogni divisione, l'anti-padre”, a dividere i cristiani che sono più uniti di quanto la diversità tra le confessioni faccia ritenere, come dimostra “l’ecumenismo del sangue” che unisce i cristiani nella persecuzione oggi in Medio Oriente e Africa e ieri in Albania, dove il papa è stato di recente.

Quello che unisce i cristiani, invece, – ha affermato Bergoglio, amico ai tempi di Buenos Aires del giovane vescovo anglicano evangelico Tony Palmer, morto lo scorso agosto e nel cui ricordo si è svolto l’incontro – è un "tesoro". "E' folle avere questo tesoro – si legge nella trascrizione inglese del discorso in spagnolo il cui audio non è sempre chiaro – e invece preferire le imitazioni del tesoro che sono le nostre differenze”. Ciò di cui ci dovremmo curare è il tesoro: “Padre, Figlio e Spirito santo, la vocazione alla santità, la chiamata a predicare il Vangelo in ogni angolo della terra, con la certezza che Egli è con noi . Egli non è con me – ha concluso Bergoglio – perché sono cattolico, con me perché sono luterano, con me perché sono ortodosso".

Un Giubileo della Riforma vissuto nel segno del dialogo, della memoria e della speranza: è quello che ha proposto il presidente del Pontificio Consiglio per la promozione dell’unità dei cristiani, cardinale Kurt Koch, alla conferenza dei luterani europei, ospitata dalla Chiesa evangelica luterana in Italia (Celi), che si è chiusa ieri a Roma. L’incontro è stata anche l’occasione per presentare il cammino preparatorio delle commemorazioni del Cinquecentenario della Riforma protestante che inizierà nel 2015 per culminare nel 2017 (Nev 29 ottobre).

Nel suo intervento ad una tavola rotonda sulla dimensione ecumenica di questo evento, Koch ha sottolineato come quella data ricorderà anche i 50 anni di dialogo tra chiesa cattolica romana e Federazione luterana mondiale culminati con la Dichiarazione congiunta sulla dottrina della giustificazione “al quale mi auguro un giorno possa seguire una ulteriore dichiarazione congiunta su chiesa eucarestia e ministero”. Il Giubileo della Riforma dovrà essere, inoltre, un momento di ricordo critico e di “riconciliazione delle memorie in relazione ai conflitti nati dalla Riforma”. Le commemorazioni del 2017, infine, ha concluso Koch, dovranno essere, un segno di speranza in vista di una più profonda unità tra cattolici e luterani per “testimoniare insieme alla società del nostro tempo la presenza di Dio nel mondo”.

Tags:
ecumenismopapa francesco
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
TAMING TRIPLETS
Annalisa Teggi
Resta incinta mentre era già incinta: sono nate 3 bimbe e stanno ...
2
PRAY
Philip Kosloski
Come sapere se la vostra anima ha subìto un attacco spirituale?
3
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
4
Gelsomino Del Guercio
Gesù e la lettura del Vangelo. Così Celentano “converteR...
5
Web católico de Javier
Aneddoti che raccontano l’umorismo di Padre Pio
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
Mar Dorrio
Come trarre profitto spirituale dai momenti negativi?
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni