Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 31 Luglio |
San Pietro Crisologo
home iconChiesa
line break icon

Continua a donarti anche se nessuno lo valorizza

© Drew Avery / Flickr / CC

padre Carlos Padilla - pubblicato il 30/10/14

Ciò che non si vede importa molto, ciò che è nascosto è fonte di vita vera

Nella vita ci sono molte cose sotterrate, invisibili ai nostri occhi. Credo che le cose più importanti accadano senza molto rumore, come spesso la donazione e la rinuncia. La rinuncia è feconda.

Diceva padre Josef Kentenich cent’anni fa: “Quante volte nella storia del mondo le cose piccole e insignificanti sono state all’origine di quelle grandi, di quelle più grandi!”

È stata la paglia sotterrata come fondamento. È stato il fuoco che ha bruciato l’invisibile. È stato l’oblio di tante preghiere dedite. È stato il mistero di tante vite che non conosciamo. È stata la mancanza di conoscenza di ciò che stavano facendo donando la propria vita.

Anni dopo, ciò che era piccolo ha dato vita a ciò che è grande, a ciò che è immenso. Nella vita è così. Ciò che è nascosto vale più di ciò che si vede. L’iceberg lascia vedere solo una piccola parte del suo volume. Quello che non si vede importa molto.

Oggi che si vuole sapere tutto, continuano ad esserci tante cose sotterrate, nascoste. Con un alone di mistero che riesce a sopraffare. È vero che la curiosità ci spinge a voler sapere tutto. Ciò che è nascosto ci dà fastidio, come se pensassimo che tutto, per poter essere buono, vero e puro, si deve poter vedere.

Ma non è così. Non abbiamo diritto di vedere tutto, di comprendere tutto. In ciò che è nascosto, in ciò che è sepolto, cresce la vita.

Quelle pagine scritte con migliaia di preghiere che non verranno mai più pronunciate. Quelle melodie i cui autori non si conoscono più. Quelle lettere senza padrone che ci restituiscono la speranza quando le leggiamo… Ciò che è nascosto è fonte di vita vera. È l’acqua profonda di un pozzo dal quale sgorga vita eterna.

Nomi inscritti nel cuore di Dio, di Maria. La malattia di colui che soffre nel silenzio della sua vita. Nascosto all’ombra. La paura nascosta. Il dolore taciuto. La croce sotterrata. L’amore che cresce. Quello che non sapremo mai.

La radice che cerca l’acqua nella profondità della terra. Nascosta. Senza radice non c’è vita. Nel più profondo. Là dove nessuno sa che c’è la vita. La radice che è fonte di una vita nuova. Come comprendere la vita dell’albero se non ci sono radici? Quanto più è profonda, più vita nasce. Ciò che è nascosto permette che esista ciò che è visibile. È così il seme che muore per dar frutto.

In tanti luoghi ci sono molte più cose nascoste che cose visibili. Più vita sotto la terra che al di sopra di essa. Più momenti di dedizione, sacrifici, amore, che gesti pubblici di ringraziamento. Tanta rinuncia che rimane nascosta per sempre.

L’amore vive di ciò che è nascosto, del sacrificio, della rinuncia. Non ci serve sapere tutto. Ci basta comprendere che le cose che valgono la pena richiedono rinuncia e silenzio. La vita non sorge senza prima averla persa. È il valore sacro della rinuncia nascosta.

A cosa rinunciamo per amore senza che nessuno lo valorizzi? Perché ci costa tanto rinunciare perché altri abbiano la vita ed essere dimenticati nel tentativo? Così nascono le cose grandi. Dalla donazione silenziosa e generosa di tanti. Così torna a dare vita. Dal nostro “sì” donato in silenzio. Senza titoli, senza cariche, senza luogo. Semplicemente il “sì” silenzioso a una vita di alleanza che diventa feconda.

Forse ci piace di più essere riconosciuti che dimenticati, che ringrazino per ciò che facciamo più che passare oltre, essere tenuti da conto e ricordati anziché essere semplicemente ignorati.

Fa male dare senza ricevere nulla, sacrificarci senza che il nostro nome appaia e senza che il mondo lo veda. L’anonimato ci addolora. Silenzio e rumore.La valle nascosta e silenziosa. La montagna che si eleva volendo toccare il sole.

[Traduzione a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
spiritualità
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
JENNIFER CHRISTIE
Jeff Christie
Mia moglie è rimasta incinta del suo stupratore – e io ho accolto...
2
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
3
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
4
BENEDYKT XVI O KAPŁAŃSTWIE
Gelsomino Del Guercio
Nella Chiesa “separare i fedeli dagli infedeli”. La stoccata di B...
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
7
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontan...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni