Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 23 Settembre |
San Pio da Pietrelcina
home iconNews
line break icon

Anch’io sto morendo, Brittany, ma suicidarsi non è la risposta

mundanefaithfulness.com

Aleteia - pubblicato il 28/10/14

Madre di quattro figli con un tumore in fase terminale chiede a Brittany Maynard di riconsiderare la sua decisione

di Kara Tippetts

Il mio oncologo ed io ci siamo seduti per un bel po' con il cuore addolorato per la tua storia. Abbiamo parlato del difficile cammino che ti è stato chiesto di percorrere.

Sono arrivata a casa e io e il mio amico ci siamo seduti sul letto di mia figlia di cinque anni e abbiamo pregato per te. Abbiamo semplicemente pregato che potessi ascoltare le mie parole, che nascono nel luogo più sensibile e spezzato del mio cuore.

Abbiamo pregato che potessi ascoltare le mie parole messe per iscritto che provengono da un luogo d'amore sensibile e saggio. Sapendo cosa vuol dire conoscere l'orizzonte dei tuoi giorni che un giorno sembravano illimitati e ora sembrano oscurarsi.

Ascolta queste parole di un cuore pieno d'amore per te. Brittany, la tua vita importa, la tua storia importa e la tua sofferenza importa. Grazie per essere uscita dalla privacy della tua storia e per averla condivisa apertamente.

Ti vediamo, vediamo la tua vita, ed esistono innumerevoli persone che amano il tuo cuore e stanno pregando perché tu cambi idea.

Brittany, ti voglio bene e mi dispiace molto che tu stia morendo. Mi dispiace molto che ad entrambe sia stato chiesto di prendere una strada che sembra semplicemente impossibile da percorrere.

Credo che raccontare la tua storia sia importante. Credo che sia positivo per la nostra cultura sapere cosa sta succedendo in Oregon.

È una discussione che deve essere tirata fuori dagli angoli tranquilli e portata alla luce. Condividendo la tua storia è accaduto questo.Importa, ed è incredibilmente importante. Grazie.

Semplicemente, non siamo d'accordo. La sofferenza non è l'assenza di bontà, non è l'assenza di bellezza, ma forse può essere il luogo in cui si può conoscere la vera bellezza.

Scegliendo la tua morte, stai rubando a coloro che ti amano con tanta tenerezza l'opportunità di stare con te nei tuoi ultimi momenti e di poterti offrire amore nell'ultimo respiro.

Mentre ero seduta sul letto della mia bambina pregando per te, mi sono interrogata sull'impossibilità di capire che un giorno la storia della mia piccola sarà bella perché ha presenziato alla mia morte.

Quell'ultimo bacio, quell'ultima carezza, quell'ultimo respiro contano, ma non è mai stato pensato per noi decidere quando avremmo esalato l'ultimo respiro.

Conoscere Gesù, sapere che Egli capisce il mio difficile congedo, che Egli cammina con me nella mia agonia… Il mio cuore desidera che tu lo conosca nella tua morte. Perché nella sua morte ha protetto la mia vita. La mia vita al di là di questo mondo.

Brittany, quando confidiamo nel fatto che Gesù prende su di sé, protegge e redime il nostro cuore, la morte non è più un'agonia. Il mio cuore desidera che tu conosca questa verità, questo amore, questa vita eterna.

Ti hanno detto una bugia. Una terribile bugia. Che la tua morte non sarà bella. Che la sofferenza sarà troppa.

Il mio oncologo ed io abbiamo parlato oggi della tua agonia, della mia e della bella collaborazione che ho con i miei medici, che mi accompagnano in questi ultimi momenti con cure amorevoli. Per duemila anni i medici sono stati dalla parte della difesa della vita curando con amore i pazienti che muoiono in grazia.

Il medico che ti ha prescritto la pillola che porti con te e che affretterà la tua morte si è discostato dal Giuramento di Ippocrate, che dice per prima cosa di non fare danno. Lui o lei si è discostato dal giuramento che difende la vita e il morire bene che ci è concesso.

C'è anche gente che sta parlando in toni sgradevoli che fa sì che noi che crediamo in Gesù ci sentiamo insicuri, indesiderabili e non amati.

Ma nel mio sussurro, nella mia supplica, mia cara, ascolterai il mio cuore che ti chiede, ti prega, ti supplica di non prendere quella pillola. Sì, la tua morte sarà difficile, ma non sarà priva di bellezza.

Confiderai per favore in me con questa verità? E, cosa ancor più importante, ascolterai dal mio cuore che Gesù ti ama? Ti ama. Ha subito una morte orribile su una croce perché tu lo conoscessi oggi, perché noi non dovessimo vivere separati da Lui nella nostra morte. È morto, e la sua morte è avvenuta; non è semplicemente una storia.

È morto e ha vinto la morte tre giorni dopo, e vincendo la morte ha vinto la morte che tu e io stiamo affrontando con il nostro cancro. Vuole conoscerti, guidarti nella tua agonia e darti vita e dartela in abbondanza: la vita eterna.

Per ogni essere vivente la morte è imminente – tutti la affronteremo un giorno –, e la domanda più importante è: “Chi è questo Gesù, e cosa ha a che vedere con la mia agonia?” Per favore, non prendere quella pillola prima di esserti posta questa domanda.

È una domanda che ci dobbiamo porre, visto che tutti moriremo.

Di recente ho scritto un libro, The Hardest Peace (La pace più difficile), e ho scritto anche sul mio blog sul mio percorso di vita e sul mio viaggio verso il mio ultimo respiro. Non è semplicemente una storia sul fatto di morire di cancro, ma di vivere quel respiro. È un libro su ciascuno di noi che ha ancora la possibilità di respirare, di abbracciare la vita e di guardare alla morte con grazia. Vivere nel Grande Amore e trovare la mia fine nell'amore. Sorprendente, importante, l'amore.

Salirei su un aereo domani stesso per vederti e condividere la mia storia e incontrarti nella tua, se desideri ricevermi.

Prego affinché queste parole ti arrivino. Prego che arrivino a moltitudini che stanno guardando la tua storia e credendo alla bugia per cui la sofferenza è un errore, che morire non è essere coraggiosi, che scegliere la nostra morte è coraggioso.

No, affrettare la morte non è mai stata l'intenzione di Dio.

Ma nella nostra agonia, Egli ci trova nella sua grazia.

Il Giuramento di Ippocrate importa, e quelli che scelgono di discostarsene devono essere sfidati. Mi fa male il cuore sapere che hanno deciso di allontanarsi dalla sponda della grazia che protegge la nostra vita e la nostra morte.

Ho deciso di cooperare con il mio medico nella mia agonia, e sarà un viaggio bello e doloroso per tutti noi. Ma ascoltami: non è un errore. La bellezza ci troverà nel nostro ultimo respiro.

Kara Tippetts è moglie di un pastore e madre di quattro figli. È autrice di “The Hardest Peace” e ha il suo blog su www.mundanefaithfulness.com.

[Traduzione a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
eutanasia
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
3
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
4
Gelsomino Del Guercio
Il Papa: il gender è una “ideologia diabolica”. Serve pastorale c...
5
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
6
MAN HOSPITALIZED,
Silvia Lucchetti
Colpito da ictus: la Madonna di Loreto mi ha salvato ed è venuta ...
7
FATIMA
Marta León
Entra nel Carmelo a 17 anni: “Mi getto tra le braccia di Dio”
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni