Aleteia logoAleteia logoAleteia
domenica 14 Aprile |
Aleteia logo
Chiesa
separateurCreated with Sketch.

Bisogna alzarsi quando passa l’offerta del pane e del vino?

The procession of the gifts of bread and wine in a mass

© Public Domain

Padre Henry Vargas Holguín - pubblicato il 24/10/14

In quel momento della Messa, i fedeli devono rimanere seduti?

Cari fratelli in Cristo, in primo luogo vorrei ringraziare per tutte le cose belle che pubblicate, che mi fanno crescere nelle cose di Dio. Mi piacerebbe che spiegaste se durante la Messa è necessario alzarsi in piedi quando passa l’offerta del pane e del vino. Grazie di cuore in anticipo.

L’atteggiamento dei fedeli è quello di stare seduti al momento dell’offertorio, anche durante la processione delle offerte nel caso in cui ci sia.

“I fedeli… stiano seduti… durante la preparazione dei doni all’offertorio” (Ordinamento Generale del Messale Romano, 43).

Si alzeranno dall’invito “Preghiamo” prima della preghiera sulle offerte fino alla fine della Messa, tranne nel momento del silenzio al termine della processione di Comunione.

Mi congratulo con le persone che pongono questo tipo di domande perché sono persone spiritualmente sensibili e dimostrano amore, rispetto e interesse per la Santa Messa; sono persone che vogliono fare le cose bene e sapersi comportare davanti ai misteri sacri; sono persone non mediocri, che vogliono uscire dall’ignoranza e riconoscere alla Messa e al tempio il valore che hanno.

È molto importante tener conto degli atteggiamenti durante la Messa e/o durante la preghiera, perché ogni momento ha la sua importanza e il suo significato.

Nella chiesa parrocchiale e durante la Messa non siamo un insieme di individui isolati, ma fratelli nella fede che formano un corpo unito (la Chiesa) che in quel momento concreto onora Dio e lo loda.

Per questo dobbiamo essere interessati a compiere, in modo simultaneo, gli stessi gesti e a dire le stesse parole non tanto per una questione estetica, ma perché è il modo di esprimere il fatto che abbiamo uno stesso cuore e una stessa anima che vuole elevarsi a Dio.

“L’atteggiamento comune del corpo, da osservarsi da tutti i partecipanti, è segno dell’unità dei membri della comunità cristiana riuniti per la sacra Liturgia: manifesta infatti e favorisce l’intenzione e i sentimenti dell’animo di coloro che partecipano” (OGMR, 42).

È importante sforzarci di vivere l’unità nelle piccole e grandi cose, perché è un modo concreto di mostrare l’unità del Corpo mistico di Cristo in ogni celebrazione.

[Traduzione a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
liturgia
Top 10
See More