Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 26 Luglio |
Santi Gioacchino e Anna
home iconNews
line break icon

Denis Mukwege, l’angelo custode delle donne violentate

© Francesca Leonardi / Internaz / CC

https://www.flickr.com/photos/internaz/15442346851<br /> <br /> <span>Il medico che lotta contro le violenze sessuali in Congo. (Francesca Leonardi)</span>

Aleteia - pubblicato il 22/10/14

Premio Sacharov per la libertà di pensiero al ginecologo che ha ridato dignità alle donne vittime di stupri e violenze

Le donne africane lo considerano come un vero e proprio salvatore. E ora anche il Parlamento europeo riconosce pubblicamente le sue virtù. E’ Denis Mukwege, di professione medico, conosciuto anche come "l’uomo che ripara le donne".

Ora anche le istituzioni si sono accorte di lui assegnandoli il premio Sacharov per la libertà di pensiero, uno dei più importanti riconoscimento che vengono assegnati del Parlamento Europeo. 

© United Nations Photo

16 anni di stupri
Il dottor Mukwege vive e lavora a Bukavu, capoluogo della regione del Sud Kivu, estremo est della Repubblica Democratica del Congo, al confine con Burundi e Rwanda. Questa zona è da vent’anni teatro di una guerra che per numero di vittime segue solo la Seconda Guerra mondiale. E le vittime di questo conflitto non sono solo i morti: ci sono anche loro, le prime vittime, le donne. Non solo stupri, ma sevizie indicibili, che lasciano strascichi per tutta la vita, violenze che distruggono l’apparato riproduttivo femminile, annichiliscono la dignità delle donne e annientano il tessuto sociale. 

Denis ha passato la sua vita a denunciare gli stupri di guerra che sono andati avanti per 16 anni nella Repubblica Democratica del Congo. Le migliaia di donne violentate e segnate a vita, lui le ha curate e ha portato la loro povera e flebile voce nel mondo. Perché tutti si potessero accorgere della loro esistenza.

© United Nations Photo

Assegnato all’unanimità
L’annuncio del premio è stato dato stasera dal Presidente del Parlamento Ue Martin Schulz a chiusura di una breve riunione tra i capigruppo. «All’unanimità i presidenti dei gruppi politici hanno deciso di assegnare il Premio Sakharov 2014 a un medico che è alla testa della lotta per i diritti delle donne nel continente africano». Su Mukwege, nominato dal gruppo S&D e dall’Alde, c’è stato un consenso immediato.  (La Stampa, 22 ottobre)

Tags:
africatestimonianze di vita e di fede
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
3
Catholic Link
Una guida per l’esame di coscienza da ripassare prima di og...
4
Gelsomino Del Guercio
Cesare Cremonini indica al cardinale Zuppi “la strada per i...
5
MASS
Gelsomino Del Guercio
Niente Green Pass per andare a messa: la precisazione del Governo
6
Theresa Aleteia Noble
I consigli di 10 sacerdoti per una confessione migliore
7
José Miguel Carrera
La lettera di un giovane ex-protestante convertitosi al cattolice...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni