Aleteia logoAleteia logoAleteia
mercoledì 26 Gennaio |
Santi Timoteo e Tito
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

Matrimonio e spiritualità: la bellezza nell’imperfezione

Marriage Sanctuary of Life Gabriel Li – it

Gabriel Li

Emanuele D'Onofrio - Aleteia - pubblicato il 21/10/14

È una pastorale l’idea di matrimonio che emerge dal libro?

Di Nicola: È una ricerca, ed è anche una pastorale. I coniugi hanno voluto – e credo ci siano riusciti – ad avere contributi da persone che considerano il matrimonio non solo nei loro aspetti di crisi, come in genere fa la sociologia, ma anche in ciò in cui riesce, guardando a cosa lo fa ben funzionare. In questo senso la spiritualità per loro è la molla fondamentale. C’è bisogno certamente di andare d’accordo, di dialogare, di avere una sessualità equilibrata, però, senza dimenticare tutte queste cose, loro hanno voluto centrare il matrimonio sulla spiritualità; in questo mio marito ed io abbiamo portato un contributo aperto sulle scienze umane. Ma qui c’è anche una pastorale perché una delle intenzioni della coppia era proprio quella di unire teoria e vita: infatti tra noi ci sono studiosi, penso a teologi come Gisbert Greshake, ma anche persone che invece si dedicano di più alla pastorale, alla pratica. Dunque c’è il desiderio di unire la teologia alle scienze umane, di unire la teoria alla prassi, alla vita.

Com’è stato il Sinodo, dal punto di vista dell’Accademia?

Di Nicola: L’Accademia, lo si capisce dalle persone che sono coinvolte, tra cui diversi cardinali, è molto aperta ed attenta, ma anche molto fedele alla Chiesa. Si muove nel desiderio di confermare il servizio alla Chiesa, di esserle fedele, ma anche di non esserlo in maniera pedissequa. Vuole darle delle continue sollecitazioni, mostrarle un’idea della realtà concreta dell’oggi, puntare sull’idea che il matrimonio è un percorso e non una cosa già data, perfetta, per la cui santificazione basta il sacramento. Noi sentiamo continuamente di violenze, di “femminicidi”, di omicidi, che arrivano anche da famiglie cristiane e sacramentate. Il sacramento è un dono di Dio e una grazia, ma gli esseri umani hanno bisogno di un lavoro sull’amore, di intendere l’amore come un percorso che può imboccare strade migliori, strade peggiori o bloccarsi. Occorre avere su tutto questo uno sguardo di misericordia, uno sguardo dello Spirito che da tutti cerca di raggiungere il meglio. Non sta all’Accademia definire la dottrina, questo lo definirà il Magistero, però sicuramente essa può offrire degli stimoli e delle riflessioni sulla fragilità della creatura umana. Tutti gli sposi sono fragili; non si sposano perché sanno amare, ma fanno del proprio matrimonio un laboratorio che può anche fallire. Al Sinodo noi abbiamo cercato di offrire un contributo: è stato fatto un numero speciale della nostra rivista, ma anche questo libro – che molti padri sinodali hanno ricevuto in anteprima – è stato un aiuto. Il nostro è un contributo di attenzione alla realtà concreta non per adagiarsi sulle mode, ma per stare vicini agli esseri umani e cercare di sollevarli il più possibile. Guardare all’ideale umano di Cristo: siate perfetti, amate fino alla morte; un ideale alto da coniugare con la fragilità umana fatta di tanti peccatori, del buon ladrone, della Maddalena, tutti amati da Cristo, e tutti aiutati ad andare avanti.

  • 1
  • 2
Tags:
matrimoniorecensioni di librispiritualità
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni