Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 21 Giugno |
San Luigi Gonzaga
home iconChiesa
line break icon

Progetto web per preservare la memoria dei cattolici martiri dell’URSS

© Catholic New Martyrs of Russia

Gaudium Press - pubblicato il 17/10/14

Raccoglie la biografia di 1864 assassinati per la loro fede

La Biblioteca Hesburgh dell’Università di Notre Dame degli Stati Uniti ha lanciato un progetto in Internet per preservare la memoria storica dei cattolici vittime della persecuzione comunista in Unione Sovietica. Si tratta del "Book of Remembrance" (Libro della Commemorazione), che ha tradotto 1864 biografie di sacerdoti e laici cattolici, tratte da un martirologio pubblicato in Russia nel 2000.

La fonte dalla quale si è potuta ottenere una grande quantità di informazioni su questi credenti morti a causa della loro fede nella prima metà del regime comunista sono stati gli archivi degli organismi di sicurezza dell’Unione Sovietica dopo la sua dissoluzione. L’Amministrazione Apostolica della Russia Europea del Nord ha istituito una Commissione del Martirologio per il Giubileo dell’anno 2000, e in nove anni è stato possibile riunire una gran quantità di dati che hanno permesso di ricostruire la storia di quasi 1.900 cattolici di rito latino e orientale vittime della repressione anticristiana.

In questo modo si è pubblicato il testo "Kniga pamiati: Martirolog Katolicheskoi Tserkvi v SSSR" (Libro della Commemorazione: un martirologio della Chiesa cattolica in URSS).

La traduttrice e iniziatrice del progetto, la dottoressa in Lingua e Letteratura Slave Geraldine Kelley, ha avvertito nella presentazione del suo lavoro che non per tutti i cattolici ricordati nell’iniziativa sono disponibili dettagli sulla morte che permettano di verificare formalmente il martirio in senso stretto. “Tutti loro sono stati perseguitati dallo Stato”, ha spiegato. “Alcuni sono stati giustiziati da squadroni di fucilazione, altri inviati nei campi di ‘lavoro correttivo’ dove era probabile che morissero, altri ancora sono stati esiliati ai confini remoti dell’Unione Sovietica, dove hanno languito e sofferto per anni. Alcuni sono stati condannati e ricondannati più di tre volte in un lasso di tempo di 30 anni”. 874 dei registri riportano la frase "destino da quel momento sconosciuto".

Alcuni dei cattolici la cui persecuzione è stata registrata nel libro sono riusciti a fuggire dal regime e a continuare il proprio apostolato in Africa, Brasile, Australia, Inghilterra e Stati Uniti. Al momento della pubblicazione del martirologio russo c’erano alcuni sopravvissuti, e solo una vive ancora: Nijolé Sadunaite, nata in Lituania nel 1938 e arrestata nel 1974 perché possedeva una copia della pubblicazione clandestina Cronache della Chiesa Cattolica in Lituania. È stata mandata in un ospedale psichiatrico e poi condannata a tre anni di lavori forzati e a tre anni di esilio in Siberia.

16 dei cattolici ricordati nel Martirologio sono stati selezionati dalla Chiesa come Nuovi Martiri Cattolici della Russia, un’iniziativa per aprire il processo che potrebbe portarli agli altari. La “Causa di Beatificazione o Dichiarazione del Martirio dell’Arcivescovo Edward Profittlich, SJ, e quindici compagni” è stata ammessa nel 2003. Nel 2014, la causa del Servo di Dio Edward Profittlich è stata trasferita in Estonia.

La biografia dei 1864 cattolici perseguitati si può consultare gratuitamente in inglese sulla pagina web dell’iniziativa.

[Traduzione a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
martirirussia cristianaunione sovietica
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
3
Gelsomino Del Guercio
San Giuseppe sparisce dai Vangeli. Don Fabio Rosini ci svela il &...
4
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
5
MATKA TERESA Z KALKUTY
Cerith Gardiner
In caso di necessità, l’efficacissima preghiera da 5 secondi di m...
6
MOTHER AND LITTLE DAUGHTER,
Silvia Lucchetti
Lui si suicida dopo aver ucciso le figlie: Giulia torna a vivere ...
7
DON DAVIDE BAZZATO
Gelsomino Del Guercio
Don Davide Banzato: ho desiderato un figlio, ma ho scelto la cast...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni