Aleteia logoAleteia logoAleteia
martedì 05 Luglio |
Sant'Antonio Maria Zaccaria
Aleteia logo
Arte e Viaggi
separateurCreated with Sketch.

L’arte umana dei raggi X: “Quanto più è spezzato, più mi esalta dipingerci sopra”

Arte Umana X Ray

© Public Domain

Catholic Link - pubblicato il 14/10/14

Come trovare la speranza nella sofferenza?

di Katie Coyle

La sofferenza è un argomento difficile da trattare in un mondo che ama sentirsi bene. Questo video è una splendida rappresentazione di come il cristianesimo veda la sofferenza.

Stephanie prende una radiografia che mostra parti apparentemente spezzate e inutili e la usa come tela per creare qualcosa di bellissimo. Questo video ci dà l’opportunità di discutere su come Dio redime la nostra sofferenza.

È ben più semplice fuggire dalla sofferenza che abbracciarla. Abbracciare la sofferenza è qualcosa che impariamo a fare durante tutta la nostra vita, ma è importante capire che la sofferenza in sé non è un bene intrinseco – è ciò che Dio fa con quella sofferenza a trasformarci. È la bellezza e il mistero della Croce, una cosa difficile da capire e quindi spesso respinta.

È facile rifiutare la realtà della Croce in una società che valorizza l’indipendenza al punto da scartare la vulnerabilità. Quando respingiamo la realtà della Croce e non permettiamo a Dio di entrare nella nostra sofferenza, la nostra “radiografia” rimane riposta in una cartellina. Ma è proprio questo il punto. L’opera d’arte di Stephanie è un esempio di come, quando lasciamo entrare Cristo, Egli usi la nostra radiografia come tela per creare qualcosa di bellissimo.

Questo video ci permette di discutere con altri ciò che dice Stephanie: “C’è sempre qualcosa di spezzato e si può sempre prendere e trasformare in qualcosa di positivo… è il modo in cui ci risolleviamo”.

Vi invito a riflettere sulle aree della vostra vita in cui Dio ha trasformato la vostra sofferenza. Dov’è stata la guarigione dopo le difficoltà? Quando la vostra radiografia è diventata una splendida tela? In quali “cartelline” Dio non è ancora entrato e come possiamo fargli strada? Condividete questo video con amici e familiari per iniziare una conversazione difficile ma necessaria sul modo di trovare Dio nella sofferenza.

[Traduzione a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
artedolore
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni