Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 23 Giugno |
San Giuseppe Cafasso
home iconNews
line break icon

Ankara esclude di intervenire da sola in territorio siriano

© Al Furqan

L'Osservatore Romano - pubblicato il 11/10/14

I raid aerei non fermano l’offensiva dell’Is

La richiesta turca di costituire una zona cuscinetto e di non volo al confine con la Siria non ha trovato spazio nei colloqui di ieri ad Ankara del segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg. Al tempo stesso, il Governo turco ha escluso un intervento solo delle sue truppe oltre frontiera a Kobane, dove le milizie peshmerga curde siriane resistono strenuamente all’offensiva del cosiddetto Stato islamico (Is), un’offensiva che i bombardamenti aerei della coalizione guidata dagli Stati Uniti non riescono a fermare. Questa mattina sono segnalati violenti combattimenti intorno al quarter generale delle milizie curde a Kobane.

Sull’ipotesi di costituire una zona di non volo al confine turco siriano c’erano stati alcuni appoggi occidentali, in particolare dalla Francia, ma una sostanziale frenata da parte di Washington. Ieri, tuttavia, ad Ankara si sono recati anche l’inviato speciale del presidente statunitense Barack Obama per la coalizione contro l’Is, John Allen, e il suo vice Brett McGurk. Il dipartimento di Stato americano ha riferito di colloqui costruttivi con gli interlocutori turchi, tra cui il primo ministro Ahmet Davutoğlu, riguardo agli sforzi per sconfiggere l’Is. In questo quadro, un team militare statunitense sarà ad Ankara la prossima settimana.

Il Governo di Damasco, da parte sua, ha sostenuto che un eventuale intervento turco oltre frontiera, al di fuori di un contesto deciso dal Consiglio di sicurezza dell’Onu, equivarrebbe a un’aggressione. Anche il Governo di Mosca ha chiarito che ogni decisione riguardo a interventi in territorio siriano deve essere prima approvata dal Consiglio di sicurezza. Al momento, comunque, secondo il ministro degli Esteri turco, Mevlüt Çavuşoğlu, «non è realistico aspettarsi che la Turchia conduca da sola un’operazione terrestre». 

Qui l’originale

Tags:
isis
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
3
Giovanni Marcotullio
«I rapporti prematrimoniali?» «Un vero peccato!» «Ma “mortale”?» ...
4
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
5
MOTHER AND LITTLE DAUGHTER,
Silvia Lucchetti
Lui si suicida dopo aver ucciso le figlie: Giulia torna a vivere ...
6
Gelsomino Del Guercio
San Giuseppe sparisce dai Vangeli. Don Fabio Rosini ci svela il &...
7
COUPLE GETTING MARRIED
Gelsomino Del Guercio
Il matrimonio si celebra in casa. La svolta della diocesi di Livo...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni