Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 29 Ottobre |
Santi Simone e Giuda
home iconChiesa
line break icon

"La sessualità è un fattore di santificazione"

© Sabrina Fusco / ALETEIA

Aleteia - pubblicato il 10/10/14

Sinodo: la testimonianza sull'amore di coppia dei coniugi Zamberline (Brasile)

Nel corso del dibattito della sessione mattutina del 9 ottobre: "Le sfide pastorali circa l’apertura alla vita" (III parte, Cap. 1),  il Card. André Vingt-Trois, Arcivescovo di Paris (Francia) e Presidente delegato di turno, ha presentato i coniugi Sig. Arturo e Sig.ra Hermelinda As Zamberline, Responsabili di Équipe Notre-Dame per la super regione del Brasile, presenti al Sinodo come Uditori, che hanno offerto la loro testimonianza ai Padri sinodali.

"In primo luogo, vogliamo esprimere la nostra gratitudine al Santo Padre per la fiducia riposta in noi convocandoci. Per noi è un onore immenso. Non nascondiamo ad ogni modo il nostro timore per questa grande responsabilità. Diciamo fin da subito: siamo qui come coppia, portando la nostra esperienza familiare e pastorale. Non siamo teologi né esperti della questione. Ci tranquillizza solo la fiducia in Dio.

Siamo Hermelinda e Arturo, brasiliani, sposati da 41 anni. Abbiamo 3 figli, una nuora e una nipote. Apparteniamo al Movimento delle Équipes di Nostra Signora dal 1994, e attualmente siamo responsabili del Movimento in Brasile. Il Movimento ha un carisma di spiritualità coniugale, esiste dal 1938 ed è presente in 70 Paesi. Attualmente siamo 137.200 membri nel mondo, 45.500 dei quali nel nostro Paese.

Ci è stato chiesto di parlare sul tema “L’apertura dei coniugi alla vita”, inserito nella 3ª Parte dell’Instrumentum Laboris, al capitolo I. Iniziamo con una citazione dalla Sacra Scrittura: "Dio creò l’uomo a sua immagine; a immagine di Dio lo creò; maschio e femmina li creò. Dio li benedisse e disse loro: ‘Siate fecondi e moltiplicatevi, riempite la terra; soggiogatela’” (Gn 1, 27-28).

Dio ci ha creati uomo e donna perché ci uniamo in una sola carne, perché ci amiamo con l’amore che viene da Lui stesso, perché ci costruiamo reciprocamente attraverso quell’amore e perché diamo la vita. A nessuna coppia è permesso di tenere per sé le grazie e i frutti meravigliosi della vita matrimoniale. Ricordando la missione del nostro Movimento, aiutare le coppie a santificarsi, padre Henri Caffarel, il nostro fondatore, afferma: “Nessuna coppia ha il diritto di essere sterile”.
Logicamente, la sterilità non si limita a non generare figli. Noi la intendiamo come un atteggiamento deliberatamente chiuso al dono creativo di Dio, che si esprime nelle diverse dimensioni dell’amore coniugale. Trasmettendo ai loro discendenti la vita umana, l’uomo e la donna, come coniugi e genitori, cooperano in modo unico all’opera del Creatore.

L’atto sessuale è legittimo, voluto e benedetto da Dio, e il piacere che ne deriva contribuisce alla gioia di vivere e alla sana strutturazione della personalità. È l’espressione dell’amore, che all’inizio può essere passione, ma che si dovrà umanizzare sempre più. Le coppie che fanno l’amore sono quelle che esprimono con il corpo ciò che hanno nel cuore. Per arrivare all’armonia, bisogna saper coltivare il desiderio e anche un erotismo sano. Bisogna restare innamorati ed essere attenti l’uno all’altro.

Il modo di amministrare la vita sessuale è molto importante per l’umanizzazione dell’essere umano. Padre Caffarel propone un percorso affascinante: dalla sessualità all’amore. La coppia è il luogo in cui si articolano le tre funzioni della sessualità: la funzione relazione, la funzione piacere e la funzione fecondità. La coppia si costruisce integrando in modo equilibrato queste tre dimensioni.

La sessualità è vissuta nella relazione con il prossimo e con Dio. È chiamata a diventare un linguaggio d’amore, di comunione e di vita.

Qualcosa si impone: è assolutamente necessario guidare le coppie alla perfezione umana e cristiana della relazione sessuale. La sessualità è un fattore di santificazione, e attualmente ha bisogno di essere salvata dall’erotismo malato che riduce l’essere umano a un’unica dimensione.

  • 1
  • 2
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
famigliasinodo famigliatestimonianze di vita e di fede
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
CEMETERY
Gelsomino Del Guercio
Indulgenze plenarie per i defunti: come otten...
PRAYER
Philip Kosloski
Resistete alla “tristezza del diavolo” con qu...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
VITIGUDINO
Gelsomino Del Guercio
Prima brillante medico, poi suora: la bella s...
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Preghiera a Carlo Acutis con richiesta di una...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni