Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

Iscriviti alla Newsletter

Per favore, aiutaci a mantenere questo servizio importante. IMPEGNATI ORA
Aleteia

Un dibattito sulla famiglia dalla A alla Z

ROLF VENNENBERND/dpa
GERMANY, Muenster : Newly elected chairman of the German Bishops' Conference, Bishop, Reinhard Cardinal Marx, archbishop of Munich and Freising smiles after his election during the spring general asselmbly of the German Bishops' Conference in Muenster, Germany, 12 March 2014. The spring general asselmbly of the German Bishops' Conference will last until 13 March. Photo: ROLF VENNENBERND/dpa
Condividi

Card. Marx: "dal Sinodo non un elenco di problemi ma un messaggio di speranza"

Al Sinodo sulla famiglia il dibattito è aperto e la diversità di opinioni tra i cardinali non è un problema. Lo ha confermato anche il cardinale Reinhard Marx, arcivescovo di Monaco e presidente della Conferenza episcopale della Germania, incontrando ieri sera a Radio vaticana i giornalisti a conclusione della prima giornata dei lavori dell'assemblea straordinaria dei vescovi. E' vero che ci sono diverse posizioni in merito alla possibilità di accesso alla comunione, a determinate condizioni, per i divorziati risposati, così come ha dimostrato la pubblicazione dei libri del cardinale Kasper – possibilista – da una parte e di altri 5 cardinali dall'altra, ma secondo Marx non c'è "un'atmosfera di scontro" ed è molto importante la metodologia della sinodalità: "è un esperimento e significa parlare apertamente e soprattutto ascoltare molto bene gli altri".

 

Per quanto riguarda i vescovi tedeschi, che hanno approfondito e discusso molto su questi temi, ha puntualizzato Marx, "la maggioranza sono d'accordo con la proposta di Kasper". Secondo il presidente della Conferenza episcopale tedesca "é necessario che sui temi della famiglia ci sia un dibattito pubblico a livello mondiale. Pio XII ha sottolineato l'importanza di una Chiesa aperta al confronto con l'opinione pubblica". In Germania si farà così, utilizzando il periodo tra le due assemblee e il messaggio finale del Sinodo straordinario per aprire un dibattito pubblico e "non calare un messaggio dall'alto". Ci sarà anche un vescovo che se ne occuperà in modo specifico.

 

L'obiettivo non è una specie di riconquista di ciò che c'era una volta – "sarebbe una visione antistorica" -, ma "guardare alla situazione della famiglia così come è oggi, tenendo conto dei tanti cambiamenti che ci sono stati negli anni". "Il Vangelo – ha affermato il presidente della Conferenza episcopale tedesca – non è qualcosa di statico, un sistema fissato per sempre, ma significa seguire una Persona e quindi ho la speranza che nei prossimi giorni ciò si capisca bene e si possa parlare di tutto, dalla A alla Z".

 

D'altra parte non è che gli uomini e le donne di oggi siano indifferenti a ciò che dice la Chiesa. "Tutti – ha sottolineato Marx – vogliono un uomo o una donna per sempre e non per una notte sola. Tutti sono d'accordo sul matrimonio: questo non lo cancelleremo". Ma la domanda è: "che fare se l'obiettivo non viene raggiunto? Molti per questo motivo si sentono di 'seconda classe' ma non non è detto che quelli che non hanno un matrimonio felice debbano essere esclusi. Non si potranno dare soluzioni generali, bisogna vedere caso per caso. Se qualcosa si rompe bisogna trovare una guarigione. Il sacramento rimane sacramento, ma la Chiesa non può dire a queste persone che Dio non le accetta".

 

"L'importante – ha concluso il cardinale Marx – è che si esca dal Sinodo con un messaggio di speranza e non con un elenco di problemi ed errori. Occorre capire cos'è il nostro Vangelo nelle situazioni concrete per dare speranza alle famiglie e a tutto il popolo di Dio".

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni

Milioni di lettori in tutto il mondo – compresi migliaia del Medio Oriente – contano su Aleteia per informarsi e cercare ispirazione e contenuti cristiani. Per favore, prendi in considerazione la possibilità di aiutare l'edizione araba con una piccola donazione.