Aleteia logoAleteia logoAleteia
martedì 05 Luglio |
Sant'Antonio Maria Zaccaria
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

Un’infermiera nega la pillola del giorno dopo a due ragazze: indagata

mujer pildora – it

© Khosro SHUTTERSTOCK

Mujer con píldora

Gelsomino Del Guercio - Aleteia - pubblicato il 06/10/14

Margherita Ulissi: «L'ho fatto perché andava contro i miei valori etici»

«L’ho fatto per motivi di coscienza, non religiosi». Così Margherita Ulissi, giovane infermiera dell’ospedale di Voghera, in provincia di Pavia, ha motivato la decisione di dissuadere due ragazze ventenni che volevano recarsi al reparto di ginecologia per farsi prescrivere la pillola del giorno dopo (Avvenire, 6 ottobre).

«Anche noi infermieri abbiamo un codice etico – ha sottolineato – e il dovere di dialogare se lo riteniamo opportuno» (Sussidiario.net, 6 ottobre). 

"HO SALVATO VITE UMANE"
I due casi, distinti, si sono verificati quando l’infermiera era di turno notturno all’accettazione del pronto soccorso. Entrambe le volte si trattava di ragazze che si sono presentate allo sportello chiedendo di poter vedere un ginecologo per la prescrizione della pillola del giorno dopo, il farmaco che consente di evitare una eventuale gravidanza. L’infermiera non le ha fatte passare. «Non le ho assolutamente minacciate – ha spiegato successivamente – ma solo cercato di convincerle a rinunciare e a salvare così vite umane» (La Stampa, 6 ottobre).

IN ARRIVO UNA PUNIZIONE?
L’Azienda ospedaliera, che sta procedendo con estrema prudenza, vista la delicatezza della materia, ha avviato un’indagine interna, ma non è ancora chiaro se e quali rischi corra la dipendente: trasferimento a un altro reparto, sanzioni disciplinari, semplice richiamo verbale, archiviazione (Il Giornale, 6 ottobre).

LA CLAUSOLA DI COSCIENZA
Lei si è continuata a difendere anche con i dirigenti del nosocomio, appellandosi, tra l’altro, a un articolo del codice deontologico della categoria, che in caso di conflitto etico, impegna l’infermiere a «trovare la soluzione attraverso il dialogo», autorizzandolo ad avvalersi dalla «clausola di coscienza» per attività in contrasto con i suoi valori. Ma il diritto negato alle utenti di accedere all’ospedale potrebbe metterla nei guai. Di certo, da Voghera sono partite mail per segnalare la situazione alla direzione sanitaria e ai vertici aziendali (La Provincia Pavese, 6 ottobre). 

UN FARMACO DISCUTIBILE
Va chiarito, però, come fa il Corriere della Sera (6 ottobre) che la pillola del giorno dopo a base di Levonorgestrel non è ritenuto più un farmaco abortivo. Proprio nel febbraio scorso l’Agenzia del Farmaco ha aggiornato la scheda tecnica cancellando la vecchia dicitura «il farmaco potrebbe anche impedire l’impianto», sostituendola con «inibisce o ritarda l’ovulazione». 

VENDITE IN CALO
Deve essere assunto entro 72 ore dal rapporto sessuale. Dopo anni di polemiche vivaci, la pillola del giorno dopo viene ormai considerata una forma di contraccezione di emergenza e neppure tanto abusata. Alcuni mesi fa l’azienda produttrice leader ha precisato che negli ultimi 4 anni c’è stata un a flessione del 4% delle vendite.

COMMETTE PECCATO CHI USA LA "PILLOLA DEL GIORNO DOPO"?

Tags:
bioeticapillola del giorno dopo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni