Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 24 Giugno |
San Giovanni Battista
home iconChiesa
line break icon

Sinodo della famiglia: su cosa e come dibatteranno i vescovi?

© Gregorio Borgia/AP/SIPA

Aleteia - pubblicato il 26/09/14

Il dibattito sui media si centra troppo sulla questione della Comunione ai divorziati risposati. Quali sono gli obiettivi del Sinodo e come si realizzeranno?

di Elisabeth de Baudoüin 

Focalizzare è ridurre. I dibattiti che hanno preceduto il Sinodo della famiglia si sono cristallizzati intorno alla questione dell’accesso alla Comunione dei divorziati risposati e non hanno mostrato gli obiettivi del Sinodo.

È vero che la questione non è secondaria, perché dietro di essa si nasconde quella dell’indissolubilità del matrimonio sacramentale, ma occupa solo un piccolo posto (3 articoli su 159, i numeri 93, 94 e 95) nell’Instrumentum laboris che servirà da base per i lavori dei Padri sinodali.

La Chiesa, ospedale di campagna
I vescovi avranno meno da dibattere sul matrimonio che sulla famiglia, come indica chiaramente il tema del Sinodo (che a volte viene dimenticato): “Le sfide pastorali della famiglia nel contesto dell’evangelizzazione”.

Nell’ambito familiare, che attraversa una crisi mondiale, le sofferenze non si riducono ovviamente a quella dei divorziati risposati che non si possono comunicare sacramentalmente, anche se questa sofferenza, quando è reale, deve essere compresa.

Citeremo alcuni elementi segnalati nell’Instrumentum Laboris: solitudine della vedovanza, del celibato non volontario o della vecchiaia; prova della sterilità, della malattia, della disoccupazione o della precarietà; dramma del divorzio, della droga, della violenza o della guerra; sofferenza di genitori e nonni che cercano di trasmettere ai figli o ai nipoti i valori ai quali sono legati.

Come ricorda spesso il papa, in questo campo domina la legge del più forte e sono in primo luogo i più deboli a pagare il conto: bambini, anziani e donne.

Il primo dovere della Chiesa, madre di Misericordia, durante questo Sinodo è guardare con realismo alla sofferenza di bambini e uomini: quale parola offrire per consolare e incoraggiare? Cosa avviare concretamente per aiutare e guarire?

Francesco sottolinea che la Chiesa è cattolica, ovvero universale, e che la sua funzione di “ospedale di campagna” va al di là delle sue frontiere visibili.

La Chiesa, madre ed educatrice
Visto che è anche apostolica, ovvero missionaria, la Chiesa deve rispondere a un’altra sfida: quella di annunciare il Vangelo della famiglia, con la certezza che al di là delle esigenze a volte elevate questa “Buona novella” rappresenta un cammino di profonda felicità per coloro che cercano di metterlo in pratica.

In questo ambito in cui la Chiesa nuota quasi sempre controcorrente, le sfide sono cruciali. Eccone alcune:

Come aiutare i giovani, immersi oggi nella cultura del provvisorio, a impegnarsi per la vita?

Come aiutare le coppie, nelle società in cui il divorzio è stato banalizzato, a superare le difficoltà per rimanere insieme?

Come aiutare le famiglie a trovare l’equilibrio necessario per lo sviluppo di ciascuno, in un momento in cui quando una persona viene considerata inutile (malati, anziani…) viene emarginata?

Come aiutare i genitori a trasmettere la fede ai propri figli in un mondo secolarizzato?

Alla vigilia della beatificazione di Paolo VI (il papa dell’Humanae vitae), che chiuderà questo Sinodo (il 19 ottobre), come tornare a dare agli sposi il senso dell’apertura alla vita? Come aiutarli a scoprire e ad amare l’insegnamento della Chiesa in questo ambito?

Questi argomenti – e molti altri – di cui si fa eco l’Instrumentum Laboris richiedono una parola chiara e risposte concrete da parte della Chiesa, che ha la vocazione di rispondere, come madre ed educatrice: esigente e affettuosa, affettuosa ed esigente.

Testi sinodali e incontri
Come si svilupperanno concretamente i lavori? Di recente il cardinal Baldisseri, segretario generale del Sinodo, ha dichiarato che verranno organizzati in modo “più dinamico e partecipativo, con interventi e testimonianze”. “Per la organizzazione delle 

  • 1
  • 2
Tags:
sinodo famiglia
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
3
Giovanni Marcotullio
«I rapporti prematrimoniali?» «Un vero peccato!» «Ma “mortale”?» ...
4
MOTHER AND LITTLE DAUGHTER,
Silvia Lucchetti
Lui si suicida dopo aver ucciso le figlie: Giulia torna a vivere ...
5
saint paul
Giovanni Marcotullio
La Santa Sede contro il ddl Zan: è caso diplomatico
6
COUPLE GETTING MARRIED
Gelsomino Del Guercio
Il matrimonio si celebra in casa. La svolta della diocesi di Livo...
7
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni