Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Contro la pedofilia del clero, la “rivoluzione” di papa Francesco

© ambrozinio/SHUTTERSTOCK
Condividi

Don Di Noto: negli ultimi 10 anni in Italia le vittime sono state 200

“Dio ha ascoltato il grido di dolore degli innocenti”. Così il presidente dell'associazione Meter, don Fortunato Di Noto, ha commentato il pugno duro del papa riguardo agli abusi sessuali commessi dal clero.

“Papa Francesco, proseguendo l'opera di Benedetto XVI, sta facendo una rivoluzione che non può essere arrestata: estirpare dalla Chiesa preti e vescovi si macchiano del terribile crimine e peccato di pedofilia e abusi sessuali su minori”, ha dichiarato il sacerdote (AdnKronos, 25 settembre).

Il presidente di Meter ha spiegato che secondo secondo l'ultimo dossier della Congregazione per la Dottrina della Fede, i dati di questo fenomeno nel mondo affermano che dal 2003 al 2013 “circa 850 sacerdoti sono stati ridotti allo stato laicale in seguito ad accertamenti e processi per abusi compiuti su minori”.

“In Italia ci sono processi in corso, e negli ultimi 10 anni si registrano più di 100 casi di pedofilia e abusi da parte del clero, con circa 200 vittime”.

È ad ogni modo difficile stabilire il numero ufficiale di vittime di pedofilia e abusi sessuali, “anche perché non è mai stata istituita una banca dati, come prevede la legge”.

Per l'osservatorio di Meter, i casi di violenza su minori sono però in aumento.

“Secondo un'analisi condotta sui dati dei diversi tribunali, in Italia ci sono 2.000-3.000 aperture di fascicoli ogni anno che riguardano casi di pedofilia e abusi sessuali compiuti ai danni di minori, dati che comprendono anche maltrattamenti e abbandoni”, ha riferito don Di Noto.

Il sacerdote non fa parte della commissione antipedofilia istituita dalla Santa Sede, ma è impegnato da anni per la tutela dell'infanzia, e invita a guardare la complessità di un fenomeno che spesso emerge solo dopo denunce e processi.

“Solo da giugno a oggi Meter ha segnalato alla Polizia Postale più di 9.000 video di abusi e torture, a volte compiuti anche su neonati, in ogni parte del mondo”.

“Con un calcolo terribile”, ha concluso, “si arriva fino a 18-20.000 bambini coinvolti in questo infernale fenomeno”.

 

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.