Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 22 Giugno |
Paolino di Nola
home iconChiesa
line break icon

Myriam, quando una leader sbaglia

© Public Domain

Credere - pubblicato il 24/09/14

Sulla lebbra della maldicenza

di Antonella Anghinoni

Myriam, Aronne e Mosè erano come “un sol uomo”. Si sostenevano a vicenda e guidavano il popolo d’Israele con virtù e saggezza. Ma anche la famiglia più unita può conoscere la discordia, infatti arrivò il giorno in cui il male con le sue tentazioni spinse la sorella e i due fratelli l’uno contro l’altro.

Myriam prese in disparte Aronne e sibilò parole velenose contro Mosè: “Il Signore ha forse parlato soltanto per mezzo di Mosè? Non ha parlato anche per mezzo nostro?”. Siamo al capitolo 12 del libro dei Numeri, al versetto 2, che termina con le parole: “Il Signore udì”. Myriam era una profetessa, ma capita anche ai grandi di sbagliare. Il pretesto del litigio era la moglie etiope di Mosè. E chissà qual era il motivo del contendere. La Bibbia non lo dice. Possiamo immaginare una tipica rivalità femminile? Oppure Myriam gli rimproverava di aver abbandonato Zippora, la moglie da cui ebbe i due figli Ghersom ed Eliezer, per sposare questa donna? E l’etiope era davvero una seconda moglie, o Myriam con quelle parole intendeva riferirsi alla stessa Zippora, visto che era madianita e quindi più scura di pelle? Non lo sappiamo, ma di certo sappiamo che il Signore udì. La Bibbia prosegue dicendo che Mosè era un uomo assai umile, più di qualunque altro sulla faccia della terra. Non meritava di essere giudicato male. Il Signore intervenne, scese in una colonna di nube e parlò chiaro a Myriam e Aronne. E quando si ritirò, Myriam era bianca come la neve. La lebbra aveva colpito la sua pelle, mentre ad Aronne non era successo niente. Perché? Il testo ebraico dice: “Ella parlò”, al singolare, quindi Aronne non pronuncia sentenze. O rimase ad ascoltare in silenzio, oppure contribuì allo scambio di idee in un momento successivo.

La lebbra è una malattia contagiosa e a quel tempo chi ne era affetto veniva isolato dall’accampamento e non poteva avere contatti. Myriam dunque abbandonò la comunità e restò lontana dai suoi per il tempo stabilito. Una curiosità: lebbra in ebraico si dice tzara’ath, è l’unione di due parole: “stretto” e “cattivo”. Rende l’idea di stare rinchiusi in un posto infestato da animali cattivi. È come essere imprigionati in un tana di serpenti e isolati.

Myriam si era macchiata di maldicenza, una colpa che annienta tre persone: chi la diffonde (Myriam), chi la ascolta (Aronne) e chi ne viene colpito (Mosè).

Questo fatto insegnò molte cose a Myriam, facili da immaginare se si ha un briciolo di immedesimazione. Ma una, e non la meno importante, è inaspettata: il popolo decise di fermarsi per attendere la sua guarigione. Piantò le tende e interruppe la marcia nel deserto, senza mormorare, finché la sua pelle non ritornò pura e integra. Tutti pregarono per lei.

Anche Dio amava Myriam a tal punto che si fermò e rimase presente nella nube sopra la tenda, ad attendere la sua purificazione. Del corpo e dell’anima.

Tags:
bibbia
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
Gelsomino Del Guercio
San Giuseppe sparisce dai Vangeli. Don Fabio Rosini ci svela il &...
3
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
4
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
5
MOTHER AND LITTLE DAUGHTER,
Silvia Lucchetti
Lui si suicida dopo aver ucciso le figlie: Giulia torna a vivere ...
6
Giovanni Marcotullio
«I rapporti prematrimoniali?» «Un vero peccato!» «Ma “mortale”?» ...
7
MORNING
Philip Kosloski
Preghiera mattutina per chiedere a Dio di benedire la nostra gior...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni