Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 25 Giugno |
home iconStile di vita
line break icon

Don Aniello Manganiello: Gesù è più forte della camorra

© Public Domain

Aleteia - pubblicato il 24/09/14

Parroco di Scampia per 16 anni, si è sempre battuto in prima linea contro la criminalità organizzata e il malaffare

Per 16 anni don Aniello Manganiello ha rappresentato la voce di Scampia. Nonostante, da campano, conoscesse bene quel quartiere, il suo arrivo alla parrocchia di Santa Maria della Provvidenza, tra i grandi prefabbricati urbani laddove regnano indisturbati degrado e miseria, gli suscitava non poche inquietudini. Ma lui decise ugualmente di “sporcarsi le mani”, di scendere tra la gente, abbattendo le mura che separano la vita quotidiana dalle istituzioni, cercando di far capire agli abitanti del quartiere napoletano di Scampia, che un'esistenza diversa è possibile, che la legalità può esistere, che combattere la camorra si può e che chi nasce in quei luoghi non ha per forza un destino scritto sulla pelle.

Dal 1994 al 2010 strappa alla manovalanza della criminalità organizzata tantissimi giovani. Usa comportamenti duri per combattere la malavita, ad esempio rifiuta di dare la comunione ai camorristi, segnando così la differenza tra religione vera e superstizione propria di certi boss con le case piene zeppe di immagini sacre ma le mani grondanti di sangue. E a tanti di loro don Aniello ha donato una seconda via: ora Tonino Torre, ex capo clan è un credente che vive di lavori umili e onesti mentre Davide Cerullo, ex pusher della cosca Di Lauro, è un padre di famiglia perbene.

Ha denunciato, andando contro tutto e tutti. Ha subito numerose minacce ma gli ostacoli più grandi li ha sempre incontrati nella politica, laddove la “cosa pubblica” è implicata nel malaffare. Un uomo di Cristo che non ha mai piegato la testa, rifiutando ogni tipo di protezione e scorta, che è riuscito ad accedere una piccola fiammella di speranza e di legalità nel quartier generale della malavita partenopea.

Nel 2010, don Aniello viene sollevato dall'incarico di parroco di Scampia, ufficialmente “per l'avvicendamento naturale”. Tornato a Roma, al rione Trionfale, dopo alcuni mesi decide che era arrivato il momento di prendere un anno sabbatico e di raccontare la sua missione pastorale. Scrive quindi insieme al giornalista Andrea Manzi “Gesù è più forte della camorra” (Rizzoli), in cui parla di quei giorni, dei mancanti incontri con i politici, dell'aiuto alla gente perbene. Ora don Aniello vive a Camposano, suo paese di origine, dove oltre ad aiutare il parroco e partecipare alla vita diocesana, prosegue il suo impegno in prima linea attraverso l'associazione che ha fondato, “Ultimi”.

  • 1
  • 2
Tags:
mafia
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
saint paul
Giovanni Marcotullio
La Santa Sede contro il ddl Zan: è caso diplomatico
3
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
4
Giovanni Marcotullio
«I rapporti prematrimoniali?» «Un vero peccato!» «Ma “mortale”?» ...
5
COUPLE GETTING MARRIED
Gelsomino Del Guercio
Il matrimonio si celebra in casa. La svolta della diocesi di Livo...
6
Landen Hoffman
Sarah Robsdotter
“Gli angeli mi hanno preso e Gesù mi vuole bene”: un bimbo di 5 a...
7
Gelsomino Del Guercio
Roberto Mancini e la sua fede: “La Madonna è la mamma di tu...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni