Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 20 Ottobre |
Santa Maria Bertilla Moscardin
Aleteia logo
home iconArte e Viaggi
line break icon

“Pre-persone”

© troita_<

Aleteia - pubblicato il 20/09/14

A sua moglie disse: “Vi porto fuori a cena. Prendi le tessere-razione e indossa quella camicetta attillata blu che ti mette in mostra le tette; così attirerai un sacco di attenzione, e magari non si ricorderanno di prendere le nostre tessere.” “Cos’è una tetta?” chiese Walter. “Qualcosa che diventa ben presto obsoleta,” gli rispose il padre, “come la Pontiac della GTO. Solo che si tratta di un ornamento, serve per essere ammirata e strizzata. La sua reale funzione è andata perduta.” Proprio come la nostra specie, aggiunse mentalmente, da quando abbiamo consegnato le redini a persone in grado di uccidere i bambini non ancora nati – in altre parole, le creature viventi più indifese. “Una tetta”, disse Cynthia al figlio in tono severo, “è la ghiandola mammaria delle donne, e fornisce il latte per i bambini.” “Di solito ce ne sono due”, riprese Ian. “La tetta operativa e la tetta di riserva, in caso ci siano problemi con la prima. A questo proposito io suggerirei di eliminare un passaggio in tutta questa follia degli aborti delle pre-persone. Mandiamo tutte le tette del mondo nelle County Facility. Il latte, se ce n’è, verrà aspirato via, con strumenti meccanici, ovviamente; e così saranno vuote e inutili, e i bambini moriranno in modo naturale, privati della loro principale fonte di nutrimento.” “C’è quello artificiale”, ribatté Cynthia, disgustata. “Similac e roba del genere. Vado a cambiarmi, così possiamo uscire.” Si girò e si diresse a grandi passi verso la stanza da letto.
“Sai,” le urlò dietro Ian “se ci fosse il modo mi faresti classificare come pre-persona, e mi manderesti laggiù. Facilmente alla Facility.” E, pensò poi, non sarei l’unico marito in California ad andarci. Ce ne sarebbero tantissimi altri. Tutti nella stessa barca, come adesso. “Mi sembra una buona idea.” La voce della moglie gli arrivò debole; lo aveva sentito. “Non si tratta solo di odio per gli indifesi” dichiarò Ian Best. “C’è dell’altro. Odio per chi? Per qualsiasi cosa sia in grado di crescere?” Uccidili prima che diventino abbastanza grandi da avere dei muscoli, da poter concepire delle strategie, da essere in grado di combattere – come sono io rispetto a te, con la mia crescita completa e il mio peso. E’ così facile quando l’altro – tanto vale dire la non-persona – galleggia e sogna nel liquido amniotico non sa assolutamente come reagire, né ne sente il bisogno. Dove sono andati a finire gli istinti materni? si chiese Ian. Un tempo le madri proteggevano soprattutto ciò che era piccolo, debole e indifeso. E’ colpa della nostra società competitiva, decise. La sopravvivenza del più forte. Non del più idoneo, solo di chi ha il potere. E non sono certo intenzionati a cederlo alle generazioni future: si tratta del vecchio potente e malvagio contro il nuovo nobile e inerme. “Papà,” lo chiamò Walter, “andremo davvero in Canada, a Vancouver Island? Davvero coltiveremo la roba da mangiare e non dovremo più aver paura di nulla?” In parte anche a se stesso, Ian promise: “Appena ho i soldi.” “Lo so che significa. E’ uno dei tuoi ‘vedremo’. Non succederà mai, vero?” Fissò il volto di suo padre con grande intensità. “Mamma non ce lo permetterà, come quando mi costringe ad andare a scuola e cose del genere; si comporta sempre così… giusto?” “Prima o poi lo faremo” dichiarò Ian con ostinazione. “Forse non questo mese, ma ti giuro che lo faremo.” “E non ci sono camion degli aborti lassù.” “No. Nessuno. La legge canadese è diversa.” “Sbrighiamoci, papà. Ti prego.” Ian si preparò un altro bicchiere di latte e scotch, e non rispose; aveva un’espressione malinconica, infelice, quasi stesse per piangere.

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
Tags:
abortobioetica
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CARLO ACUTIS
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis e quella “rivelazione”: “I miei angeli custodi sono ...
2
CARLO ACUTIS
Gelsomino Del Guercio
Cosa intendeva Carlo Acutis quando parlava di “autostrada per il ...
3
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
4
Paola Belletti
Il tuo bimbo ancora in utero ti ascolta e impara già prima di nas...
5
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Gli ultimi istanti di vita di Carlo Acutis: “Chiuse gli occhi sor...
6
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
7
CONFESSION, PRIEST, WOMAN
Gelsomino Del Guercio
Segreto, psicologo e assoluzione: 3 consigli per una corretta Con...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni