Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 03 Marzo |
Sant'Agnese di Boemia
home iconNews
line break icon

Primo caso di eterologa incrociata in Italia

© DR

Gelsomino Del Guercio - Aleteia - pubblicato il 19/09/14

Due coppie all'ospedale di Cattolica si scambiano i gameti

"Mio marito regalerà il suo seme, l’altra signora donerà un ovocita. E gli embrioni che si formeranno cresceranno nella mia pancia e in quella della donna che non conosco né conoscerò mai, ma di cui so dolori e paure, angoscia e forza di volontà. Siamo due coppie in cui un partner è sterile, scambiandoci i gameti riusciremo finalmente a diventare genitori. I nostri figli saranno gemelli geneticamente, anche se forse non si vedranno mai".

LA DONAZIONE DEGLI OVOCITI
Paola, riminese di 37 anni, racconta a La Repubblica (18 settembre) la strada che conduce al primo caso di fecondazione eterologa incrociata, che dovrebbe aver luogo tra poco più di un mese all’ospedale di Cattolica. Nel reparto di fisiologia riproduttiva diretto dal professor Carlo Bulletti dove ogni anno si fanno 900 cicli di fecondazione assistita. «Ho scoperto di essere sterile – spiega la donna – in menopausa anticipata mentre per mio marito gli esami erano praticamente perfetti. La donazione di ovociti, la fecondazione eterologa insomma, per noi era l’unica strada».

GEMELLI "SCONOSCIUTI"
«Alla ricerca di effetti speciali sempre più spettacolari per attirare clienti al supermarket della genesi umana – ironizza il giornalista e opinionista cattolico Mario Adinolfi sul suo blog (17 settembre) – all’ospedale di Cattolica hanno trovato una nuova attrazione per il circo (anche mediatico): l’eterologa incrociata. Cos’è? Di fatto è come trasformare le sale asettiche di un centro di fecondazione assistita in un club per scambi di coppia. Ci si scambia i gameti come ci si scambierebbe i partner. Lui non "funziona"? L’altro marito ci mette lo sperma. Per non esser da meno lei regala un suo ovocita all’altra e così si fa conto pari. Nasceranno due bimbi che saranno geneticamente gemelli. Ma non si conosceranno mai».

IL GEMELLI DICE "NO" ALL’ETEROLOGA
La notizia della fecondazione incrociata arriva 24 ore dopo che il policlinico Gemelli di Roma ha annunciato che non praticherà l’eterologa. L’ospedale fa parte dei 21 centri di procreazione medicalmente assistita del Lazio ed era stato autorizzato dalla Regione ad effettuare la procedura(Il Messaggero, 17 settembre).

Tags:
bioeticafecondazione assistita
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Sanctuary of Merciful Love
Bret Thoman, OFS
Le acque guaritrici profetizzate da una suora del XX secolo
2
FUMETTI MATRIMONIO DIO
Catholic Link
5 immagini su cosa accade in un matrimonio che ha Dio al centro
3
Philip Kosloski
Perché i cattolici non mangiano carne i venerdì di Quaresima?
4
POPE AUDIENCE
Gelsomino Del Guercio
Il Papa: il diluvio è il risultato dell’ira di Dio, può arrivarne...
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
POPE FRANCIS AUDIENCE
Ary Waldir Ramos Díaz
Perché dobbiamo fare il segno della croce nei momenti di pericolo...
7
Communion
Claudio De Castro
Comunione: si ha tra le mani il Figlio di Dio, e serve rispetto
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni