Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 26 Ottobre |
Aleteia logo
home iconChiesa
line break icon

Papa Francesco nella periferia che cercò di cancellare Dio

Public Domain / Mazur/catholicnews.org.uk

https://www.flickr.com/photos/catholicism/8657304105/in/photolist-e39xCm-ehTa95-e3wHuF-e3wp4R-ec1WTT-e3wJ9V-ec21hx-e4ptrx-e3wmxT-e3C8sd-e4x2yY-kwM3V2-kwP87y-kwM6GV-kwPaGd-kwM8s8-kwMuvP-kwMw8B-kwM2ZV-e3CrzS-e3vFaT-ehU2SJ-e3woKR-e4v1W3-e3C161-ec7GL5-ehU96m-e3C5iU-ehNdBB-e4vckm-ec1Tdr-nVPe2k-e4pKHD-e4v4vW-e3Cuk7-n6kCQk-eVC4R4-ec1Zri-e4qRYr-ehTtM3-e4x2jf-e4wrNY-e4x43u-e4roep-n6n6g5-ec7Dr3-ec243M-e3ws8V-e3C3Ey-jBVjNL

Maria Laura Conte - Fondazione Oasis - pubblicato il 18/09/14

Eppure l’Albania ne ha compiuti di passi: i barconi carichi di migliaia di albanesi in fuga negli anni ‘90 sono quasi ormai un ricordo del passato. Ci sono segni positivi di crescita…

«Oggi c’è un grande desiderio di apertura verso l’Europa, verso la prosperità economica e culturale. Abbiamo compiuto notevoli passi: il Paese è uscito dalla disgrazia del comunismo e dal periodo caotico che ha seguito la fine del regime. L’economia dà segnali di speranza. Ma insieme all’economia, vanno recuperati gli uomini e le donne. Il comunismo qui ha esercitato una violenza radicale quando ha sancito l’ateismo di Stato, chiuso i luoghi di culto di tutte le religioni e indebolito le istituzioni religiose, quando è entrato nella parte più intima della persona, come la sfera della coscienza. Ma il comunismo ha compiuto un grave errore di valutazione quando ha ritenuto che si potesse sradicare Dio dal cuore dell’uomo. Questo è un errore antropologico: Dio abita nel cuore dell’uomo e là è rimasto durante gli anni dell’ateismo di Stato. Non appena c’è stata la possibilità, questo afflato religioso è sbocciato di nuovo. La vita religiosa è rinata. La politica della paura e della violenza non ha ucciso la vita religiosa di cristiani, musulmani, bektashi. Perciò il papa mette l’accento sull’importanza del dialogo interreligioso come una condizione intrinseca alla fede stessa».

Di questo tentativo di sradicamento della fede dal cuore degli uomini, ha qualche ricordo particolare?

«Molti, ma ne cito uno in particolare. I miei genitori e nonni erano persone di fede, ma non potevano incontrarsi per celebrare l’eucarestia, era proibito. Potevano incontrarsi al massimo per dire un rosario. Ma questa religiosità era semplice e resistente. Nell’89 ero studente all’università di Tirana. Tornai a casa un fine settimana con il compito di scrivere un breve saggio sulla tesi marxista della falsità della fede cristiana. Quando lo dissi a mia mamma, lei si fece il segno della croce e mi rispose con un tono che ricordo ancora come fosse accaduto ieri: “Dio ti perdoni”. Gesù nel vangelo dice “Ti ringrazio Dio che nascondi le cose ai grandi e le riveli ai piccoli”. Ecco la fede di mia mamma era così, una fede dei piccoli. Solida e tenace».

Un’eredità imponente, anche per i figli dell’epoca comunista.

«Questa fede dei miei genitori è una grande ricchezza, che non deve morire con loro. Le generazioni nate negli anni ’80 non hanno la minima idea di cosa possa voler dire vivere un’esperienza religiosa, appartenere a una comunità religiosa, non hanno avuto alcuna educazione ai fondamentali della fede. Mentre, al contrario, sono state fin da subito investite dalla proposta invadente del consumismo occidentale, di impatto straordinario. Da zero: oggi la Chiesa cattolica deve partire da zero con i giovani. E in questo per certi versi cammina con la comunità islamica. Su questo rifiorire della fede ci incontriamo cristiani e musulmani, i nostri rapporti sono molto buoni. Forse anche per questo la comunità musulmana attende con gioia l’arrivo di Papa Francesco».

Leggi qui l’originale

  • 1
  • 2
Tags:
albaniapapa francesco
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Top 10
1
VENERABLE SANDRA SABATTINI
Gelsomino Del Guercio
Sandra Sabattini beata il 24 ottobre. Lo ha deciso Papa Francesco...
2
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
3
medjugorje
Gelsomino Del Guercio
Cosa sono i “segreti” di Medjugorje? Che messaggi nascondono?
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
POPE JOHN PAUL II
Paola Belletti
Wojtyla affrontò il problema della frigidità sessuale femminile
6
ANGELICA ABATE
Annalisa Teggi
Quando il miracolo non è la guarigione ma una voce innamorata del...
7
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni