Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 16 Ottobre |
Santa Margheria-Maria Alacoque
Aleteia logo
home iconStile di vita
line break icon

L’amicizia e la distanza

© Public Domain

don Fabio Bartoli - Aleteia - pubblicato il 15/09/14

Si potrebbe dire che la falsa unità nega la distanza, l’amicizia invece la vede e proprio per questo la percorre, rispettando così la verità di ciascuno. L’amicizia è percorrere ogni giorno il cammino necessario a raggiungere l’amico là dove egli è.

La via soprannaturale invece è quella della Grazia, che trova il suo prototipo nella comunione eucaristica.

Quando il mio corpo si unisce al Corpo di Cristo si abolisce ogni distanza tra il mio essere qui-ora-maschio e quello di Gesù e io divento letteralmente parte di Lui, Corpo di Cristo io stesso, realizzando così in modo profetico, come una caparra, ciò che tutti saremo alla fine dei tempi, quando ogni distanza sarà abolita e Cristo definitivamente sarà tutto in tutti.

Questo non riguarda solo il nostro rapporto con Dio, ma anche il nostro rapporto tra noi, infatti nella misura in cui io sono affascinato da Cristo e sedotto da Lui, posso superare ogni differenza che si pone tra noi, come scrive S. Paolo: “non c’è più né Giudeo né Greco, né schiavo né libero, né uomo né donna”.

Non siamo noi in questo caso ad aver abolito la distanza, ma essa è stata riempita in un attimo non dal nostro lavoro, ma dalla Grazia di un dono immeritato di Dio, perché nell’incontro con lui abbiamo sperimentato un fascino che ha polarizzato tutto il nostro essere facendo di noi “nuove creature” (sempre per usare il linguaggio paolino).

Nei Vangeli troviamo un esempio interessante di questo principio: pensate a Matteo il pubblicano e Simone lo zelota. Probabilmente prima di conoscere Gesù si sarebbero volentieri tagliati la gola a vicenda, tanto più che erano entrambi di Cafarnao, quindi con certezza si conoscevano bene, eppure è tale il fascino che emana dal Maestro che pur di stare con Lui accettano perfino di stare insieme.

E non solo, dopo tre anni di questa epica avventura vissuta insieme impareranno a lavarsi i piedi a vicenda ad amarsi come il Maestro li amava e quindi a potersi dire amici perché Colui che ha detto “Amatevi come io vi amo” ha detto anche “vi chiamo amici”.

L’enorme distanza che li separava è stata ricolmata, in parte certamente anche dal loro lavoro, che però sarebbe rimasto del tutto insufficiente senza l’azione della Grazia.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
amiciziaideologia gender
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Gelsomino Del Guercio
“Dio ti darà dei segni”. Quel messaggio di Carlo Acutis all’amica...
2
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis parlava di un regalo che gli aveva fatto Gesù. Di co...
3
PRAY
Philip Kosloski
Preghiera al beato Carlo Acutis per ottenere un miracolo
4
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
5
CARLO ACUTIS
Silvia Lucchetti
“I primi miracoli mio figlio li fece il giorno del funerale”
6
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
7
BERGOGLIO
Gelsomino Del Guercio
“Se non mi sposo con te, mi faccio prete”. Così parlò il futuro P...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni