Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 22 Ottobre |
San Giovanni Paolo II
Aleteia logo
home iconNews
line break icon

Quel «divieto di elemosina»

A.RB

Vinonuovo.it - pubblicato il 12/09/14

Credo che questa sia la prima cosa che dovrebbe essere chiara, quando si parla di provvedimenti di questo tipo: stiamo parlando di persone, ognuna con la propria storia. Stiamo parlando di vite umane. Dobbiamo guardarli negli occhi, perché anche la vita dei poveri va tutelata.

Su vitatrentina.it – il sito della diocesi di Trento – si legge che secondo Schärmer «può essere vero che alcuni mendicanti danno fastidio, ma sono più molesti quei gruppi politici dai toni populistici che chiedono insistentemente il voto dei cittadini, oppure le pressioni della società dei consumi e del superfluo che cerca, con metodi aggressivi, di sfilare di tasca anche l’ultimo spicciolo, soprattutto ai bambini ed ai giovani». Oltre a guardare in faccia i poveri, dobbiamo guardare in faccia la povertà, per capirne le cause e rimuoverle. Ma non vogliamo farlo, perché questo ci costringe a rispondere ad alcune domande scomode: perché le molestie dei potenti e dei ricchi si possono tollerare e quelle dei poveri no? Perché non riusciamo ad accettare che i poveri saranno sempre tra noi (Mt 26, 11)?

Per la Chiesa, questo è un tema cruciale. Una chiesa povera sta con i poveri. Come dice Georg Schärmer, «mi definisco io stesso un mendicante. Perciò non posso certo essere contro gli altri mendicanti». E d’altra parte, ha ricordato il sindaco di Ferrara Tiziano Tagliani, «un paio di millenni fa c’era un tale che scacciava dal tempio i mercanti; non mi pare gli accattoni». A lui resta il problema politico, alla Chiesa quello di testimoniare non solo carità, ma anche la giustizia. Anche aiutando a scacciare qualche mercante dal tempio, non i poveri.

  • 1
  • 2
Tags:
elemosinapoveri
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CARLO ACUTIS
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis e quella “rivelazione”: “I miei angeli custodi sono ...
2
MARCELLO BELLETTI
Annalisa Teggi
Un padre, una madre e 7 figli. Non è follia ma sovrabbondanza
3
VENEZUELA
Ramón Antonio Pérez
Quando la vita nasce dall’abuso atroce di una ragazza disabile
4
Paola Belletti
Il tuo bimbo ancora in utero ti ascolta e impara già prima di nas...
5
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
6
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
7
SQUID GAME, NETFLIX
Annalisa Teggi
Squid game, il gioco al massacro è un mondo senza misericordia
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni