Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 26 Ottobre |
Aleteia logo
home iconStile di vita
line break icon

Graham Greene, lo scrittore tormentato che alla fine si lasciò toccare dalla Grazia

© Public Domain

Ignacio Pérez Tormo - pubblicato il 12/09/14


Lo esprime in un passo in cui un villaggio viene bombardato. Muoiono migliaia di persone, e centinaia fuggono terrorizzate. Un soldato punta un fucile alla schiena di un bambino. Un colpo fa cadere il piccolo. Migliaia di morti, più uno (un bambino, uno sparo a bruciapelo); per Greene è solo quest’“uno” la vittima di atto morale.

“C’era stato qualcosa di talmente scandaloso in quella scelta repentina e fortuita di una vittima”… La riflessione di Fowler è importante, ma…

La cosa più importante è chi pronuncia l’ultima parola
Per terminare questo intervento, dobbiamo ricordare che a noi cristiani è stato ordinato di seppellire i morti. Non si tratta dell’inumazione, ma di qualcosa di più completo e compassionevole. Per questo voglio lasciare uno spunto. “Un americano tranquillo” non è stata l’ultima parola di Greene.

Alla fine della sua vita, impazzito per l’uso di droghe, viveva da solo, senza vita sociale, in una casa vicina a un lago in Svizzera. Un pomeriggio ha suonato la porta. Barcollando nel corridoio, è riuscito ad aprire. Di fronte a lui c’era un uomo che aveva l’asppetto di un sacerdote cattolico, che gli ha spiegato che all’università aveva studiato Graham Greene e che per caso era stato informato del fatto che viveva in quella casa. Colui che in realtà era il nuovo parroco della parrocchia cattolica gli ha detto che voleva fargli visita solo per parlare di letteratura. Quell’incontro, documentato nei diari, ha portato alla confidenza, e da lì a chiacchierare… e lo lasciamo nel sussurro della Grazia.

[Traduzione a cura di Roberta Sciamplicotti]

  • 1
  • 2
Tags:
letteratura
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Top 10
1
VENERABLE SANDRA SABATTINI
Gelsomino Del Guercio
Sandra Sabattini beata il 24 ottobre. Lo ha deciso Papa Francesco...
2
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
3
medjugorje
Gelsomino Del Guercio
Cosa sono i “segreti” di Medjugorje? Che messaggi nascondono?
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
POPE JOHN PAUL II
Paola Belletti
Wojtyla affrontò il problema della frigidità sessuale femminile
6
ANGELICA ABATE
Annalisa Teggi
Quando il miracolo non è la guarigione ma una voce innamorata del...
7
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni