Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 26 Ottobre |
Aleteia logo
home iconChiesa
line break icon

Quali sono le caratteristiche del cattolicesimo?

Fr Lawrence Lew OP

James V. Schall, S.J. - Aleteia - pubblicato il 11/09/14

Il cattolicesimo sostiene che la rivelazione è stata diretta alla vita degli uomini e, attraverso questa, alla loro mente, ovvero che possono comprendere cosa Dio voleva che sapessero e facessero in aggiunta a ciò che capivano grazie alla propria ragione. La rivelazione era intesa come vera, e come tale doveva essere conosciuta. Cristo ha identificato se stesso proprio come la “verità”.

Questa rivelazione ha cercato di spiegare all’uomo certe verità di base su se stesso, sul mondo e su Dio. Queste nuove verità erano tali che gli uomini non potevano conoscerle solo attraverso le proprie potenzialità razionali. Conoscendo ciò che veniva rivelato, all’uomo era lasciato il compito di capire perché ciò che gli veniva offerto nella rivelazione non era irragionevole. Il cattolicesimo è essenzialmente il portatore della pienezza di questa rivelazione di Dio agli uomini. Non afferma che al di fuori di esso non esista alcuna verità. Insiste sul fatto che, se è contraria alla ragione o alla rivelazione, non può essere vera. Vivere contrariamente alla ragione e alla rivelazione intacca la nostra vita.

Ma perché Dio si preoccuperebbe degli esseri umani? Dalla comparsa dell’uomo ce ne sono stati moltissimi sul pianeta – alcuni stimano circa 90-100 miliardi. Gli uomini hanno anche dimostrato di essere piuttosto recalcitranti. Guerre e voci di guerra sono state registrate fin dall’inizio, così come vizi costanti di vario genere.

La Persona di Gesù
La risposta alla domanda relativa alla differenza del cattolicesimo ci porta al cuore dei tratti unici di questa fede. In primo luogo, il cattolicesimo, pur avendo dottrine e potendo fornire ragioni per la sua esistenza e il suo credo, non è solo un sistema di credenze o di idee. È un incontro con una Persona.

Questa Persona è identificata come Gesù Cristo, vissuto per un certo numero di anni in Palestina, all’epoca sotto il dominio romano. Ciò che sappiamo di lui è stato fondamentalmente registrato in quello che conosciamo come Nuovo Testamento. Era il Figlio di Dio, la verità splendente che la causa dell’esistenza di tutto derivava da Dio ed era Dio. Quando è avvenuta la sua incarnazione, il mondo è diventato diverso e definito relativamente a ciò che era essenzialmente la vita umana in questo mondo.

Questo Cristo non è venuto a spiegare politica o fisica, almeno non direttamente. Pensava che potessimo imparare queste cose con le nostre capacità. È venuto essenzialmente a salvarci dai nostri peccati perché potessimo raggiungere lo scopo per il quale eravamo stati creati. I peccati significavano qualche disordine della nostra anima attraverso cui implicitamente rifiutavamo l’obiettivo della nostra creazione.

E qual era questo obiettivo e cosa significava? Nessuna persona umana, e nessuna cosa esistente, ha causato la propria esistenza. Il nostro essere testimonia un’origine esterna a noi. La dignità ultima di ogni persona risiede nel fatto e nella natura di ciò che è. All’inizio Dio ha voluto creare altri esseri che potessero partecipare alla sua vita trinitaria interiore, in cui la Parola, il Figlio, era il riflesso di suo Padre.

Questi esseri non erano dei, m
a dovevano essere capaci di accettare liberamente l’offerta di Dio a partecipare alla sua vita interiore per il proprio bene. Questa capacità è l’origine della nostra razionalità, e quindi l’origine della nostra possibilità di respingere questa offerta. Cosa che in effetti è accaduta – è quello di cui parla la Genesi –: l’uomo ha respinto questo dono al di là della sua natura di partecipare liberamente alla vita interiore della divinità – Padre, Figlio, Spirito.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
chiesa cattolicareligione
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Top 10
1
VENERABLE SANDRA SABATTINI
Gelsomino Del Guercio
Sandra Sabattini beata il 24 ottobre. Lo ha deciso Papa Francesco...
2
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
3
medjugorje
Gelsomino Del Guercio
Cosa sono i “segreti” di Medjugorje? Che messaggi nascondono?
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
POPE JOHN PAUL II
Paola Belletti
Wojtyla affrontò il problema della frigidità sessuale femminile
6
ANGELICA ABATE
Annalisa Teggi
Quando il miracolo non è la guarigione ma una voce innamorata del...
7
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni