Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 31 Ottobre |
San Wolfgang di Rägensburg
home iconStile di vita
line break icon

Ho deciso di perdere la verginità ma sento di aver perso qualcosa di grande

© Alexey Fursov/SHUTTERSTOCK

padre Angelo Bellon, o.p. - Amici Domenicani - pubblicato il 09/09/14

"Proponi al tuo ragazzo di costruire la vostra unione nel Signore. Impegnatevi a pregare insieme"

Quesito

Caro Padre,
sono una ragazza di … anni, 
Ho deciso di scriverle per chiederle aiuto, c’è una cosa che mi fa stare ancora più male e che mi impedisce di vivere serenamente: di recente ho conosciuto un ragazzo, ci siamo subito trovati bene insieme ..stessi pensieri…stesse ambizioni; ci siamo fidanzati e abbiamo cominciato a far parte ognuno della vita dell’altro. Dopo qualche tempo abbiamo deciso di fare un passo importante: abbiamo deciso di fare l’amore; io ho deciso di perdere la verginità con lui perché lo amo tanto. Da quel momento, caro padre, sono stata attanagliata da rimorsi ed interrogativi di ogni tipo: mi sono sentita in debito con Gesù per aver perduto tutta la purezza che Egli mi aveva donato, ma mi creda, io in quel momento non desideravo altro. Mi sento estremamente pentita…non del sentimento che nutro per lui ma perché ho PERSO TUTTO…non posso più dare nulla a questo ragazzo, ha preso tutto di me e adesso vivo nel terrore di perderlo. Il pensiero che possa stancarsi di me perché magari mi vede come tutte le altre mi fa morire. Padre, se un giorno io e questo ragazzo dovessimo lasciarci, io ne soffrirei proprio per questo motivo: perché ho dato a lui quello a cui tenevo di più e l’ho dato ad un uomo che magari non sarà nemmeno mio marito. Ecco che adesso mi accorgo di quanto sia importante perdere la verginità con l’uomo che ci sarà al fianco per tutta la vita, ma se ho sbagliato è stato anche per questo…perché IO VOGLIO CHE LUI SIA L’UNICO, l’unico che possa far parte della mia vita, ma questo non è sicuro. 

Ecco, padre, spero abbia compreso il mio stato d’animo.. mi sento in debito con Gesù e mi sento come se mi avessero portato via qualcosa di estremamente prezioso. Io credo nell’amore ma non mi sento più tranquilla da quando ho fatto questo passo. E se lui mi lascerà? come potrò andare avanti sapendo di aver fatto l’amore per la prima volta con un uomo che poi diventerà per me solamente un estraneo. La prego mi aiuti…mi illumini la mente e soprattutto la prego di ricordarmi nelle sue preghiere…di ricordarCI nelle sue preghiere, per vivere questo rapporto nell’amore di Gesù. Aspetto una sua risposta. Cordiali saluti. La ringrazio in anticipo perché so che mi aiuterà.

Risposta del sacerdote
Carissima, 
solo oggi ho letto la tua mail. Sono troppo in ritardo. Me ne dispiace e te ne chiedo scuso.

1. Mi dispiace molto per la perdita della verginità. Adesso ne capisci tutto il valore. Ma non si tratta solo della verginità: hai iniziato a vivere male questa relazione. Il fatto che lui non è tuo marito e che fate contraccezione sono due cose che mostrano quanto siano sbagliati i vostri corpi. Adesso da parte sua c’è la voglia di andare avanti così. Da parte tua, anche se non ci fosse questa volontà, c’è il timore di perderlo.

2. E tuttavia il discorso più serio che potete fare è proprio questo: di fermarvi. Lui ha bisogno di sapere che donare il proprio corpo senza mettersi in gioco, in una logica di immolazione (apertura alla vita), anzi frustrando questa logica di immolazione è una bugia enorme, una falsità. Il fidanzamento deve essere il tempo in cui si impara ad amare. È il tempo in cui si impara a vincere il proprio egoismo, a vincere il capriccio. Anche se diventasse tuo marito, non lo stai aiutando ad amare in maniera vera. Lo aiuti ad accendersi sempre di più di concupiscenza, soprattutto a perdere il gusto delle cose di Dio, a diventare arido.

3. Tu riconosci onestamente che quel gesto l’hai voluto fare, pentendotene subito dopo. Hai capito di aver regalato ad un ragazzo che conoscevi ancora poco, anzi troppo poco, una realtà preziosissima. L’hai donata ad uno di cui non sapevi e non sai  che cosa ne avrebbe fatto. E adesso vivi nel timore che non possa diventare tuo marito. Di qui il concederti… per timore.

  • 1
  • 2
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
fidanzamentosessoverginità
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Annalisa Teggi
"Dite ai miei figli che li amo": ecco chi è l...
Lucandrea Massaro
Sale il numero di morti nell'attentato di Niz...
ERIN CREDO TWINS
Cerith Gardiner
“Dio ha senso dell'umorismo”: coppia di genit...
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
EMILY RATAJKOWKSI
Annalisa Teggi
Emily Ratajkowski: scoprirò il sesso di mio f...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Silvia Lucchetti
Rischiava l'amputazione delle gambe. Oggi ha ...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni