Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 22 Ottobre |
San Giovanni Paolo II
Aleteia logo
home iconChiesa
line break icon

Il Papa a Sant’Egidio: la guerra non ripara le ingiustizie

AFP/Alberto Pizzoli

Radio Vaticana - pubblicato il 08/09/14

D. – Quindi, si ribadisce il ruolo delle religioni per favorire la pace, in conflitti che però non sono generati dalle religioni, a dispetto di quanto ancora oggi affermano taluni, seppur in pochi…

R. – Sì, assolutamente sì. In parte, perché c’è la responsabilità di alcuni che si appropriano del nome religioso per fare la guerra. Noi sappiamo però anche che spesso sono conflitti etnici o per motivi di ricchezza o per motivi di proprietà. Certamente adesso c’è il fenomeno, che si verifica in particolare nell’islam, di gruppi fondamentalisti e direi anche terroristi, penso ai due nuovi califfati, in Nigeria e in Iraq, e già l’idea che ci siano due califfati al mondo risulta un po’ strana, che approfittano di questo tema. Per questo, le religioni devono essere ancora più ferme nell’affermare che non c’è alcun tipo di solidarietà, e non può esserci solidarietà, tra violenza e religione.

D. – Ovviamente, non si potrà non andare con il pensiero alle persecuzioni che vivono i cristiani e gli yazidi, che nel Nord dell’Iraq stanno cercando riparo e salvezza dall’aggressione dei miliziani dello Stato islamico …

R. – Sì, questo certamente sarà al cuore del nostro convegno. Siamo molto felici che potranno partecipare tutte le rappresentanze religiose ed etniche del popolo iracheno, dai sunniti agli sciiti, dagli yazidi ai cristiani e insieme ci interrogheremo per chiederci qual è il futuro dell’Iraq al di là del buio di questo momento. Perché il problema è anche preparare il “dopo”, costruire un futuro di pace.

D. – In tanti anni di incontri sullo Spirito di Assisi, si è visto come le tavole rotonde abbiano attraversato tutte le tematiche: dagli anziani all’ambiente, alle periferie urbane. Purtroppo, però, non si può non notare come negli ultimi tempi, e quest’anno soprattutto, si parli molto di terrorismo e fondamentalismo. E’ difficile in questo modo riuscire a mantenere viva la speranza…

R. – Io penso che noi dobbiamo pensare che il mondo ha bisogno di un futuro, che tutti abbiamo bisogno di un domani, e soprattutto dobbiamo mantenere viva la speranza a partire dal grido, dalla sofferenza delle donne, dei bambini iracheni, degli anziani, di tutte le vittime della guerra. Questo grido è per noi un impegno e una chiamata nuova di responsabilità. Io devo dire che le religioni, qui ad Anversa, sono chiamate anche a fare una certa autocritica: quanto sia
mo stati capaci di costruire un mondo di pace? Troppo poco. Ebbene, il grido di chi soffre è un nuovo appello a una solidarietà e a un impegno più forte, per la pace nel mondo. E’ da qui che nasce la speranza: la speranza nasce quando si tocca la sofferenza.

  • 1
  • 2
Tags:
comunità sant'egidiopapa francesco
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CARLO ACUTIS
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis e quella “rivelazione”: “I miei angeli custodi sono ...
2
MARCELLO BELLETTI
Annalisa Teggi
Un padre, una madre e 7 figli. Non è follia ma sovrabbondanza
3
VENEZUELA
Ramón Antonio Pérez
Quando la vita nasce dall’abuso atroce di una ragazza disabile
4
Paola Belletti
Il tuo bimbo ancora in utero ti ascolta e impara già prima di nas...
5
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
6
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
7
SQUID GAME, NETFLIX
Annalisa Teggi
Squid game, il gioco al massacro è un mondo senza misericordia
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni