Aleteia logoAleteia logoAleteia
domenica 03 Marzo |
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

Non si converte e viene ucciso dai jihadisti dell’Is

Isis fighters raise weapons – it

© Public Domain

Aleteia - pubblicato il 02/09/14

43enne muore in seguito alle torture e alle violenti percosse subite dai terroristi dello Stato Islamico

I jihadisti sunniti dell’Is (ex Isis) hanno torturato e ucciso un cristiano. L’ennesimo. Il fatto è stata riferito ieri, 1 settembre, dal Patriarcato caldeo all’agenzia missionaria AsiaNews.

Secondo quanto riferisce un testimone, il "martire", come viene definito dal Patriarcato, è un uomo di 43 anni, Salem Matti Kourki, deceduto a Bartalah, una cittadina a maggioranza siriaca della piana di Ninive occupata da settimane. 
L’uomo è morto in seguito alle torture e alle violenti percosse subite dai terroristi per essersi rifiutato di convertirsi all’islam. 

Uno dei familiari di Salem spiega che l’uomo è uscito, dopo diverse settimane in cui si nascondeva in casa, per recuperare qualche genere alimentare. Si è però imbattuto in un punto di controllo dell’Is in pieno centro cittadino, ed è stato subito arrestato.

I miliziani non hanno avuto pietà: hanno cercato di convertirlo a forza all’islam, ma l’uomo si è rifiutato. I fondamentalisti lo hanno picchiato e torturato, fino a provocarne la morte, per poi abbandonarlo in strada.

Tags:
cristiani perseguitaticristiani perseguitati in iraqiraq
Top 10
See More