Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 21 Settembre |
San Matteo
home iconChiesa
line break icon

Nel magico mondo di sorella fantasia

© Giovanni Panizza/Credere

Credere - pubblicato il 27/08/14

Passando dal saio al travestimento da clown, suor Linda realizza veri e propri spettacoli di evangelizzazione e di divertimento

di Laura Badaracchi

Possono servire anche un naso rosso, palline e qualche foulard in cui nasconde una colomba per annunciare il Vangelo ai più piccoli con un sorriso. E far riscoprire ai più grandi lo stupore di restare senza parole, a bocca aperta. Perché a vestire i panni di un prestigiatore molto originale è suor Linda Frola: i bambini l’hanno ribattezzata Maga Maghella, ma lei ama definirsi «Sorella Fantasia: preferisco usare questo nome d’arte», dice.

Sì, perché la religiosa, delle Francescane Ancelle di Maria, insegna religione in un istituto comprensivo della provincia di Firenze, ma di pomeriggio o nel fine-settimana si trasforma in un clown capace di catturare l’attenzione dei bambini raccontando alcune parabole evangeliche in modo quanto meno originale, ma efficace: «Le memorizzano, anzi le interiorizzano. L’ho verificato con tanti miei alunni: se la volta successiva chiedo di rappresentare la parabola con un disegno, nessuno traccia sul foglio i “trucchetti” che ho usato, ma semplicemente i personaggi e l’ambientazione narrata».

Certo, suor Linda – che a settembre compirà 49 anni – non si è messa un giorno a tavolino per elaborare teoricamente questo “metodo” di annuncio tanto singolare: esperienze e circostanze l’hanno condotta a scoprire dentro di sé queste capacità che affascinano i ragazzi e che possono diventare uno strumento pastorale. Originaria del Bresciano, è cresciuta a mille metri di altitudine in una famiglia semplice, la maggiore di quattro figli. Immersa nella natura e nell’autenticità della vita contadina, era «molto discola e ribelle, vivace; cantavo e praticavo sport, ma coltivavo nel profondo di me stessa il desiderio di dedicare la vita agli altri», ricorda. Inizia a farlo frequentando il corso da infermiera; poi, dopo varie esperienze e intensa ricerca, si sente attratta particolarmente dalla spiritualità francescana a La Verna: «Mi ha colpito il Francesco delle stimmate che entra pienamente nel dolore. In quel momento per me era assurdo, incredibile e non riuscivo ad accettarlo».

Vicino al santuario, Linda conosce una comunità delle suore in cui poi deciderà di entrare a 25 anni: vivevano in una casa di contadini ristrutturata, ambiente familiare per lei. Un istituto che conta una cinquantina di consacrate fra Italia, Colombia e Indonesia, impegnate sul fronte dell’educazione, della pastorale giovanile, dell’assistenza.

Suor Linda passa sette anni a La Verna, poi sei in Calabria «dove nel 2000 vengo invitata a partecipare a un pellegrinaggio dell’Unitalsi a Lourdes dedicato esclusivamente ai bambini malati e disabili. L’animazione dei clown arrivava immediatamente ai piccoli in difficoltà: ne restavo affascinata, perché suscitavano una simpatia incredibile. E, ne sono certa, anche Gesù era simpatico… Nel frattempo avevo già cominciato a fare qualche giochino (facevo sparire un piccolo oggetto o un fazzoletto) e per la mia professione perpetua dei voti un’amica mi ha regalato un corso completo di magia».

Da autodidatta, la religiosa elabora il metodo della gospel magic (dall’inglese: «La magia del Vangelo»), che consiste «nel trasmettere i valori della fede in maniera accattivante, non disdegnando il gioco. Ho cominciato questa avventura non solo imparando le tecniche base del gioco di prestigio, ma scegliendo di applicare questo linguaggio – che poi ho scoperto molto diffuso in ambiente protestante statunitense – all’evangelizzazione rivolta a tutti, anche ai non credenti. Giocando, fai arrivare alle persone soprattutto un messaggio, la pedagogia del valore: “Io ci sono, io valgo, forse Dio vuol bene anche a me”».

  • 1
  • 2
Tags:
evangelizzazione
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
4
PAURA FOBIA
Cecilia Pigg
La breve preghiera che può cambiare una giornata stressante
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
Padre Ignacio María Doñoro de los Ríos
Francisco Vêneto
Il cappellano militare che si è finto malvivente per salvare un b...
7
SERENITY
Octavio Messias
4 suggerimenti contro l’ansia
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni