Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 22 Giugno |
Paolino di Nola
home iconChiesa
line break icon

«L’Apostolo» un film su cosa comporta convertirsi dall’Islam al Cristianesimo

© Carron Production

Il Timone - pubblicato il 22/08/14

Un lungometraggio coraggioso e di grande attualità ma che probabilmente non arriverà in Italia

Cheyenne Carron è una giovane regista francese, con alle spalle un vissuto travagliato – abbandonata all’età di tre anni è cresciuta in una famiglia affidataria. La scorsa notte di Pasqua ha ricevuto il battesimo.

Il suo ultimo lungometraggio,«L’Apôtre» – premio speciale al Festival Internazionale del Film Cattolico “Mirabile Dictu” – nasce come quelli precedenti da un’esperienza autobiografica: quella di un sacerdote francese la cui sorella, amica della regista, venne uccisa da un giovane maghrebino, vicino di casa. Un trauma di fronte al quale il sacerdote non indietreggiò,  continuando la sua presenza nel quartiere, il suo dialogo con la comunità maghrebina e con la famiglia dell’assassino, testimoniando la forza del perdono cristiano.

Questa vicenda è presente anche nella trama del film, dove l’esempio del sacerdote finisce per toccare il cuore di un giovane musulmano, Akim, destinato a diventare insieme al fratello Youssef un imam.

Akim che deve fronteggiare però una reazione durissima, in particolare da parte del fratello. E sperimenta così il dramma della libertà religiosa all’interno del suo mondo. Ovvero, come dice in una scena a uno della famiglia: «Perché i cristiani accettano i loro fratelli che si convertono all’islam mentre i musulmani non possono accettare coloro che si convertono a Cristo?».

Un film scabro, coraggioso e di grande attualità. Arriverà mai in Italia?

Qui l’articolo originale

Tags:
cristiani perseguitatitestimonianze di vita e di fede
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
Gelsomino Del Guercio
San Giuseppe sparisce dai Vangeli. Don Fabio Rosini ci svela il &...
3
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
4
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
5
MOTHER AND LITTLE DAUGHTER,
Silvia Lucchetti
Lui si suicida dopo aver ucciso le figlie: Giulia torna a vivere ...
6
Giovanni Marcotullio
«I rapporti prematrimoniali?» «Un vero peccato!» «Ma “mortale”?» ...
7
MORNING
Philip Kosloski
Preghiera mattutina per chiedere a Dio di benedire la nostra gior...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni