Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 16 Ottobre |
Santa Margheria-Maria Alacoque
Aleteia logo
home iconChiesa
line break icon

«Fa’ silenzio, càlmati!»

Catholic Church England

Il blog di Costanza Miriano - pubblicato il 22/08/14

Ma non sarà, dicevo, che le analisi improbabili di Cacciari (valga per eponimo, c.s.) intendano per l’appunto contribuire culturalmente a produrre quel fenomeno che, stando alle cose stesse, non sembra sussistere?

C’è sempre qualcuno in agitazione, sulla barca di Pietro. C’è sempre stato. Fin da quella notte sul mare di Galilea ingrossato (Mc 4, 35-41). C’è sempre qualcuno che corre verso poppa a preoccuparsi che Dio faccia il suo lavoro. Ed effettivamente basta il soffio delle Sue labbra per placare l’insondabile instabilità del mare. Ma l’esperienza non finisce lì:

Perché siete così paurosi? Non avete ancora fede?

Di fatto Gesù continuò a porsela, la domanda, anche pensando al proprio ultimo avvento (Lc 18, 8).
Ma la pose perché qualcuno tornasse a poppa a “svegliarlo”?
_                                                         
_                                                                               
_                                             
Post scriptum: in devoto tributo ai tanti cristiani perseguitati per la loro fede, i quali vengono perciò chiamati “confessori della fede” (e pure in ossequio ai tanti non cristiani che sono loro compagni nella persecuzione – di cui la Chiesa si occupa amorosamente ogni giorno nella divina liturgia), riporto le parole del Papa circa i martiri di Corea (spero che Socci non le trovi fuori luogo per i martiri di Iraq). In esse risplende l’alta e dolorosa gloria che la Chiesa trae dallo scontro storico tra il mistero dell’iniquità e «coloro che seguono l’Agnello ovunque egli vada» (Apoc 14, 4).

Ho pensato tutto questo. La dignità che loro hanno e anche quanto hanno sofferto, no? E la sofferenza è un’eredità. Noi diciamo … i primi Padri della Chiesa dicevano che il sangue dei martiri è seme di cristiani. Voi coreani avete seminato tanto, tanto. E per coerenza, no? Si vede adesso il frutto di quella semina dei martiri.


L‘articolo originale su Costanzamiriano.com

1 Lo stesso valga per analoghi intellettuali che condividono le loro tesi, come i noti Gnocchi e (il compianto) Palmaro.

2 «Quello che Pio XII – con la sua Chiesa – fece per salvare la vita a tanti ebrei braccati e minacciati di sterminio non ha eguali» (
http://www.antoniosocci.com/2013/09/i-lati-sconosciuti-di-papa-giovanni-e-wojtyla/).

3 «Paolo VI […] introdusse contemporaneamente le cause di beatificazione di Roncalli e di Pio XII, sempre per far capire che non si poteva contrapporre papa Giovanni ai predecessori» (
ibid.).

6 Al n. 55. È una citazione dal 
Catechismo della Chiesa Cattolica (2265), di poco precedente l’Enciclica e alla cui stesura aveva lavorato non poco l’allora cardinal Ratzinger.

10 Ragionevole, sì, ma 
iuxta modum: proprio perché l’evangelizzazione è anzitutto opera di Dio, di Cristo e del suo Spirito, mentre si assume la necessità di ogni sforzo umano per facilitare la diffusione dell’evangelo, si accoglie la sicura eventualità, annunciata da sempre, che essa passerà, che 
dovrà passare per il mistero pasquale di Cristo. Così lo ha scritto Francesco: «Dal cuore del Vangelo riconosciamo l’intima connessione tra evangelizzazione e promozione umana, che deve necessariamente esprimersi e svilupparsi in tutta l’azione evangelizzatrice. L’accettazione del primo annuncio, che invita a lasciarsi amare da Dio e ad amarlo con l’amore che Egli stesso ci comunica, provoca nella vita della persona e nelle sue azioni una prima e fondamentale reazione: desiderare, cercare e avere a cuore il bene degli altri» (178). E prima aveva già detto: «L’evangelizzazione è compito della Chiesa. Ma questo soggetto dell’evangelizzazione è ben più di una istituzione organica e gerarchica, poiché anzitutto è un popolo in cammino verso Dio. Si tratta certamente di un 
mistero che affonda le sue radici nella Trinità, ma che ha la sua concretezza storica in un popolo pellegrino ed evangelizzatore, che trascende sempre ogni pur necessaria espressione istituzionale» (111). Quanto alla difficoltà che una guerra pone allo Spirito di Dio, si ricorderà, anche l’esperto Berlicche aveva messo in guardia il giovane Malacoda da facili entusiasmi…

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
Tags:
guerra giustairaqpapa francesco
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Gelsomino Del Guercio
“Dio ti darà dei segni”. Quel messaggio di Carlo Acutis all’amica...
2
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis parlava di un regalo che gli aveva fatto Gesù. Di co...
3
PRAY
Philip Kosloski
Preghiera al beato Carlo Acutis per ottenere un miracolo
4
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
5
CARLO ACUTIS
Silvia Lucchetti
“I primi miracoli mio figlio li fece il giorno del funerale”
6
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
7
BERGOGLIO
Gelsomino Del Guercio
“Se non mi sposo con te, mi faccio prete”. Così parlò il futuro P...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni