Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 19 Giugno |
San Romualdo
home iconNews
line break icon

Apostoli senza paura

European Commission’s Humanitarian Aid and Civil Protection department

L'Osservatore Romano - pubblicato il 22/08/14

Religiosi e laici all’opera nell’Africa occidentale colpita dall’epidemia di ebola

L’ultimo, tragico bilancio è di milletrecentocinquanta morti solo in Africa occidentale, più esattamente in Sierra Leone, Liberia, Guinea e Nigeria. L’epidemia di ebola non dà tregua, chiamando a raccolta tutte le forze utili a rallentare, almeno, la propagazione del virus. In prima linea anche molti religiosi, alcuni dei quali, com’è noto, figurano tra le vittime.

«Obbligati dalla nostra responsabilità pastorale, collaboriamo con il Governo della Sierra Leone nello sforzo di sensibilizzare la popolazione sul pericolo del virus ebola e su come prevenirne la propagazione», scrivono i missionari dell’ordine degli agostiniani Recolletti che operano in Sierra Leone, con i suoi seicentoquarantasei casi accertati la nazione più colpita assieme alla Liberia.
Sono sette — riferisce l’agenzia Fides — gli agostiniani che hanno deciso di rimanere in missione nonostante i rischi. Si tratta di quattro filippini e tre spagnoli che operano in due parrocchie di Makeni, capoluogo del distretto di Bombali. Altri tre missionari filippini che si trovano in patria per un periodo di riposo non possono rientrare in Sierra Leone per la proibizione di viaggiare nei Paesi a rischio. «Si prendono cura della gente, amministrano i sacramenti, presiedono la preghiera quotidiana con i fedeli. Questo — spiega padre Lauro Larlar, provinciale dell’ordine per le Filippine — è ciò che noi chiamiamo l’apostolato di presenza, così che le persone non si sentano abbandonate. Coloro che sono stati colpiti dal virus avvertono che  la Chiesa soffre con loro, che  la Chiesa lavora per loro».

Qui l’originale

Tags:
ebolavolontariato
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
conduttore rai 1 diventa prete
Gelsomino Del Guercio
Addio al giornalismo: Fabrizio Gatta, il volto noto di Rai1, dive...
3
MAN HOSPITALIZED,
Silvia Lucchetti
Colpito da ictus: la Madonna di Loreto mi ha salvato ed è venuta ...
4
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
5
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
6
MATKA TERESA Z KALKUTY
Cerith Gardiner
In caso di necessità, l’efficacissima preghiera da 5 secondi di m...
7
Landen Hoffman
Sarah Robsdotter
“Gli angeli mi hanno preso e Gesù mi vuole bene”: un bimbo di 5 a...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni