Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 12 Maggio |
home iconNews
line break icon

Da “re dell’aborto” a leader pro-vita negli USA

© Jorosmtz

Pablo Yurman - Aleteia - pubblicato il 08/08/14

Il suo nome è stato oggetto, come ci si poteva aspettare, da una sorte di cospirazione del silenzio da parte di quanti temono che una testimonianza come quella di questo coraggioso galeno diventi di massa e che trascenda l’aspetto più elementare e semplice del pensiero di Nathanson: che se la gente che opina sul tema vedesse con i propri occhi cos’è da un lato il miracolo dello sviluppo fetale e dall’altro la crudeltà dell’eliminazione fisica del concepito, l’aborto non sarebbe altro che un triste ricordo di un’epoca oscura nella storia dell’umanità.

Nathanson ha riconosciuto che fino a che non ha avuto la possibilità di accedere alle prime immagini dello sviluppo fetale non ha preso piena coscienza di ciò che stava facendo quando effettuava un aborto. Da ciò deriva l’importanza di vedere quello che l’aborto fa nella vita di un bambino, e anche della donna che acconsente a quell’eliminazione. Pretendere di negare quelle immagini suona come malafede in uno dei più freddi dibattiti contemporanei e suscita reminiscenze negazioniste di coloro che tentano di negare le chiare immagini di altri genocidi di epoche recenti.

Forse ha ragione il giornalista spagnolo Eulogio López, per il quale considerando il grado di virulenza e irrazionalità da parte dei gruppi abortisti che pretendono di negare l’ovvio, ovvero che dietro l’eufemismo “interruzione volontaria di gravidanza” c’è la distruzione fisica di una persona umana indifesa, potrebbe accadere con questa pratica ciò che è accaduto ad esempio con la schiavitù. Un giorno gli uomini si prenderanno la testa tra le mani chiedendosi “Come abbiamo potuto giustificare questo?”

[Traduzione a cura di Roberta Sciamplicotti]

  • 1
  • 2
Tags:
abortopro life
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Top 10
1
chiara amirante,
Paola Belletti
Perché dobbiamo pregare per la guarigione di Chiara Amirante
2
PRAY
Philip Kosloski
Come sapere se la vostra anima ha subìto un attacco spirituale?
3
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
4
Web católico de Javier
Aneddoti che raccontano l’umorismo di Padre Pio
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
rosary
Aleteia
Sapete quali sono i sacramentali istituiti dalla Madonna?
7
Gelsomino Del Guercio
Marino Bartoletti: mi sono affidato alla Madonna dopo la morte di...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni