Aleteia logoAleteia logoAleteia
sabato 20 Aprile |
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

È un bene dire di no ai figli?

Unhappy family

© sunabesyou/SHUTTERSTOCK

Aleteia - pubblicato il 05/08/14

Un no, anziché danneggiare i bambini o renderli infelici, li forma per il futuro

di Revista Vive

In molte occasioni, i genitori devono dire di no ai figli, quando chiedono un dolce o un giocattolo, ma poi cedono alle loro richieste senza tener conto del fatto che la decisione iniziale era stata presa per il loro bene. È necessario ricordare che un no, anziché danneggiare i bambini o renderli infelici, fa sviluppare il loro carattere.

Le persone a volte pensano che dando ai propri figli tutto ciò che desiderano stanno facendo il loro bene, ma non è vero, visto che quando i bambini crescono affrontano il fatto che nella vita non possono avere tutto e che a volte è necessario rassegnarsi a non avere ciò che si desidera.

Ecco alcune ragioni per le quali i genitori devono dire di no ai figli:

  1. È necessario che i bambini sappiano che non devono avere tutto e che le cose non si ottengono con i capricci, perché così quando saranno grandi e non potranno ottenere tutto non si scoraggino.
  2. Bisogna che i bambini comprendano che le cose hanno un prezzo, che se vogliono avere certi favori o regali che non sono necessari devono avere certi atteggiamenti o un impegno consistente in vari ambiti, come quello scolastico.
  3. Quando i bambini non vogliono far fronte alle proprie responsabilità e vogliono che ci pensino i genitori, è importante dire loro di no. In questo modo i bambini imparano ad essere utili e a costruirsi un’autostima appropriata.
  4. Dire di no ai figli è giusto perché acquisiscono determinazione e sicurezza. Ciò vuol dire che quando qualcuno dice loro qualcosa con cui non sono d’accordo possono avere la forza di dire di no.
  5. Bisogna che i bambini acquisiscano una buona disciplina, visto che questa potenzia l’intelligenza. Quando i bambini chiedono il permesso per svolgere altre attività senza aver fatto i compiti, è importante dire loro di no. In questo modo saranno persone responsabili che sviluppano il proprio potenziale.
  6. Se non si raggiunge il risultato auspicato, è importante spiegare ai piccoli il perché. Non è necessario che siano d’accordo, ma che vedano che ci sono argomentazioni per questa decisione.
  7. È appropriato dire ai bambini di no quando non stanno trattando bene altre persone, perché in questo modo sapranno che non è corretto e potranno relazionarsi in modo corretto.
  8. I genitori devono dire di no ai figli per stabilire dei limiti. In questo modo i bambini sapranno cosa possono e cosa non possono fare.
  9. Si può dire di no ai bambini quando si spiega loro che qualcosa è sbagliato o quando si è già detto e ricadono nell’errore.
  10. È giusto dire di no ai figli quando vogliono realizzare qualche attività che va contro la loro sicurezza, quando diventano capricciosi e vogliono tutto o quando la loro condotta ferisce altre persone.

[Traduzione a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
bambinieducazione
Top 10
See More