Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Che speranza c’è per i bimbi prematuri?

Condividi

Dedicato a tutte le mamme e i papà che guardano con preoccupazione la vita della loro minuscola creatura

Deneen Bryan, è una mamma che dopo aver perso la sua bimba ha deciso di immortalare i bimbi prematuri. Deneen ha iniziato la sua attività per la Ronald McDonald House di Winston Salem, Carolina del Nord, una struttura che le stette vicino durante i sei lunghi mesi di malattia della figlia. A raccontare la sua storia è Eticamente.net.

Deneen ha ripreso i progressi di Walker, un piccolo miracolo, nato a 26 settimane, uno di quei 14 bambini che sopravvivono ogni 15 di quei 15 milioni che nascono ogni anno. E questo è il risultato, un clip che deve dare speranza a tutte quelle mamme e a tutti i papà che hanno paura, che lottano e piangono, guardando la loro minuscola creatura che ogni giorno lotta per restare al mondo.

Nel meraviglioso video che ha realizzato si vede il piccolo Walker Pruett e la sua crescita nell’arco di 100 giorni. Il progetto intitolato “Project 100 days” è diventato subito virale e ha riportato il sorriso sul volto di Erica e Jared Pruett, i genitori del bambino nato prematuro.

 

 

Tags:
bioetica
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni