Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

Iscriviti alla Newsletter

Aleteia

Cammino di Sant’Ignazio, da Loyola a Manresa, dove nascono i suoi “Esercizi Spirituali”

© Camino Ignaciano / Facebook
Leaving Manresa. Crossing the bridge over the Cardoner river. After two days in Manresa we are ready to go back to the noisy life in a big city like Barcelona. And after that... Boston, New York, Denver or San Francisco!! Back home!
Condividi

Nel 2015-2016 si celebrerà il primo Anno Giubilare del Cammino Ignaziano

In occasione della festa di Sant’Ignazio, il 31 luglio, è stato annunciato che dal 31 luglio 2015 al 31 luglio 2016 si celebrerà il primo Anno Giubilare del Cammino Ignaziano. È stato anche annunciato che tra sei anni, invece, e cioè dal 31 luglio 2021 al 31 luglio 2022, si celebrerà il secondo Anno Giubilare, in coincidenza con la commemorazione del quinto centenario della conversione di Iñigo de Loyola e del suo pellegrinaggio a Manresa.

La tradizione di peregrinare ai santuari di Loyola e Manresa, molto popolare dal XVII secolo dopo le canonizzazioni di Sant’Ignazio e di San Francesco Saverio, si è rafforzata nel XX secolo e all’inizio del XXI, insieme all’aumento della pietà unita ai pellegrinaggi.

Ignazio di Loyola venne ferito nel 1521 durante la difesa di Pamplona dalle truppe francesi. Nel periodo di convalescenza nella casa di famiglia avvenne in lui una profonda trasformazione spirituale, che definì la sua conversione, che lo portò ad abbandonare quella che fino a quel momento era stata la sua vita e a dedicarsi a cercare la volontà di Dio.

Decise quindi di recarsi in Terra Santa. La prima fase del pellegrinaggio lo portò al Santuario di Nostra Signora di Montserrat, ed è questo il percorso che si ricorda nel Cammino Ignaziano, un cammino che lo portò fino a Manresa dove, come spiegò lui stesso, visse la tappa più importante della sua evoluzione spirituale.

Nei 700 chilometri che uniscono il santuario di Loyola alla Grotta di Manresa si vogliono potenziare l’incontro con Dio e la crescita personale. Il Giubileo del Cammino Ignaziano interessa coloro che rispettando le condizioni stabilite dal diritto canonico (Messa, confessione e preghiera per le intenzioni del papa) compiano il Cammino Ignaziano in spirito di pellegrinaggio e seguendo qualche modalità degli Esercizi Spirituali, visitino sul cammino uno dei santuari ignaziani e realizzino qualche opera di carità prima o durante il pellegrinaggio.

[Traduzione a cura di Roberta Sciamplicotti]

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni