Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Avere un figlio? O meglio un cagnolino?

WilleeCole Photography
Condividi

La moda "childfree" è sempre più diffusa, e non sono i poveri a farvi riferimento

Quello che prima era un desiderio dei novelli sposi oggi non è più la loro priorità; così nascono i cosiddetti ‘childfree‘ o ‘dinks’ (‘double income, no kids’ tradotto in 'doppia entrata, niente bambini'), coppie di livello socioeconomico medio-alto che hanno deciso come progetto di vita di non avere figli e investire le proprie entrate in se stessi.

Papa Francesco si è riferito a questa realtà pochi giorni fa, parlando della “cultura del benessere di dieci anni fa, che ci ha convinto che è meglio non avere i figli, così tu puoi andare a conoscere il mondo, in vacanza, puoi avere una villa in campagna. Così tu stai tranquillo…”. “Forse è più comodo avere un cagnolino, due gatti e l'amore va ai due gatti e al cagnolino”, ma “alla fine, questo matrimonio arriva alla vecchiaia in solitudine, con l'amarezza della cattiva solitudine”.

Avere figli è una grande responsabilità, che è sempre stata riconosciuta come tale anche se oggi alcune coppie preferiscono smettere di assumerla. Perché? Egoismo, egocentrismo, comodità, materialismo possono essere alcune delle ragioni.

Ciò che è certo è che non ci soffermeremo sulle cause, ma sottolineeremo gli aspetti positivi del fatto di avere dei figli.

Avere figli è una delle decisioni più fondamentali della vita, e non deve essere presa alla leggera in nessun caso, né per pressioni, né per moda, né per interessi particolari. C'è solo un motivo per mettere al mondo un figlio: l'amore, amore che nasce in un uomo e una donna quando si uniscono in matrimonio.

Qualche aspetto positivo dell'avere figli:

  • I figli danno senso alla vita, diventano il motore, la ragione per alzarsi ogni giorno, per lottare per ciò che si vuole e andare avanti indipendentemente dalle circostanze.
  • I figli sono la luce della casa, arrivano nelle famiglie per rallegrarle, per insegnare come si deve vivere e come si deve amare.
  • I figli rendono i genitori persone migliori. I bambini sono la migliore scuola di umanità per gli adulti.
  • I figli evitano la routine nella relazione coniugale. La convivenza diventa più gradita, danno felicità alla coppia, mantengono vivo l'amore tra gli sposi. I figli sono la speranza della coppia.
  • I figli sono una motivazione permanente nella costruzione del rapporto di coppia.
  • I figli rafforzano l'unione matrimoniale, nel senso che i coniugi lavorano uniti per un progetto di vita per il cui sviluppo i figli sono un elemento fondamentale.
  • I figli risvegliano un amore nuovo e vero. La maggior parte dei genitori afferma che l'amore per un figlio non ha eguali e crede che sia l'amore vero.
  • I figli rendono nonni i loro genitori. I nipoti sono uno dei più grandi doni della vita.
  • I figli sono il sostegno nella vecchiaia. I figli sono le uniche persone che saranno lì quando si invecchierà. È una delle ragioni più belle, perché in quei momenti la famiglia trova la sua ragion d'essere.

I motivi potrebbero essere molti di più e sicuramente dietro ogni figlio c'è una storia, anzi più di una, una missione per la quale è arrivato in questo mondo.

[Traduzione a cura di Roberta Sciamplicotti]
 

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni